“No all’ennesimo scippo”. Lunedì il sit-in di protesta per salvare la Camera di Commercio

camera di commercioLunedì la protesta passerà dalle parole ai fatti. Confcommercio, che ha più volte esternato l’intenzione di non arrendersi alla chiusura della Camera di Commercio di Messina, organizza un sit-in proprio davanti alla sede dell’ente camerale.

«La Confcommercio – si legge in una nota del presidente Carmelo Picciotto – non accetterà mai questa soppressione allo scopo di avvantaggiare altre realtà siciliane. Per questo motivo, ha indetto un sit-in contro questa decisione presa a livello regionale con l’assenso ormai fin tropo esplicito di Confindustria. Quello di Messina è un caso che merita la ribalta nazionale, perché il governo della legalità di Rosario Crocetta si ostina a non tenere conto di una sentenza del Tar di Catania che ha disposto l’insediamento del Consiglio camerale. Se l’assessorato alle Attività produttive avesse proceduto all’insediamento degli organi statutari, la decisione non sarebbe stata demandata ad un commissario ad acta».

«Pertanto – prosegue la nota –, invitiamo i rappresentanti delle Istituzioni locali, le associazioni di categoria e i politici messinesi a prendere parte alla manifestazione di lunedì prossimo, che avrà un alto valore simbolico: dimostrare che la nostra città non vuole piegarsi. Contestualmente, sarà avviata una raccolta di firme dei messinesi per dire “no” all’ennesimo scippo».

(50)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *