Messina, una petizione per realizzare una rotatoria nel Rione di Villaggio Aldisio

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Il Circolo Territoriale ZANCLE, in collaborazione con l’Associazione Sikelià’s, si fa portavoce di una petizione per proporre al Comune di Messina e al consiglio della Terza Municipalità, la realizzazione di una rotatoria tra la via D’Anfuso e la Giovanni di Giovanni, nel rione di Villaggio Aldisio.

A sostenere l’iniziativa anche il coordinatore di Fratelli d’Italia della Città Metropolitana di Messina, Pasquale Currò, il consigliere comunale Libero Gioveni ed il consigliere della Terza Municipalità Alessandro Cacciotto

Le firme verranno raccolte sabato 26, dalle 09.00 alle 13.00, proprio dove dovrebbe sorgere la rotatoria. La petizione verrà poi consegnata al protocollo di Palazzo Zanca e alla segreteria della municipalità.

«La realizzazione della rotatoria – ha detto Alessandro Zanetti, Presidente del Circolo Zancle – risulta assolutamente necessaria e non più differibile, dal momento che ogni giorno, sia i residenti che i passanti abituali, rischiano, in numerose occasioni, di rimanere coinvolti in incidenti stradali».

Una rotatoria per il Villaggio Aldisio

Il Circolo Territoriale ZANCLE chiederà al Comune di realizzare una rotatoria nell’intersezione tra le due vie del quartiere di Villlaggio Aldisio. «La carenza poi – nel tratto di strada in questione – di segnaletica stradale, – ha aggiunto Massimiliano Bernava, Presidente dell’Associazione Sikelià’s – sia verticale che orizzontale, contribuisce ad aumentare il numero degli incidenti, alcuni dei quali, purtroppo, hanno avuto conseguenze tragiche.

È del tutto evidente che la zona necessita degli interventi poc’anzi menzionati, ed in particolare la realizzazione della rotatoria potrebbe rappresentare una valida soluzione viaria. A parte l’aspetto legato alla viabilità, la realizzazione della rotatoria contribuirebbe indubbiamente a migliorare anche sotto il profilo estetico e di immagine una porzione di territorio che purtroppo versa in condizioni indecorose».

(264)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.