istituto antonello messina

Messina, gli studenti dell’Antonello realizzano la pralina biscotto “Amara Miravigghia”

Pubblicato il alle

3' min di lettura

L’unione fa la forza. In questo caso, crea deliziosi dolci. È il risultato raggiunto dal progetto di azienda didattica promosso dall’IIS Antonello di Messina in collaborazione con l’associazione Ulisse e il maestro e ambasciatore del gusto, Lillo Freni. Grazie a questa partnership è nata “Amara Miravigghia”, una gustosa pralina biscotto realizzata dagli studenti dell’Antonello, seguiti da Freni, dal docente di pasticceria Nino Innalzo e dai tutor interni.

Il prodotto di pasticceria è il centro e l’obiettivo finale del Progetto che l’Istituto, finanziato dalla Regione Siciliana con l’ambito “Start Up”, ha promosso insieme all’associazione Ulisse di Santa Teresa di Riva (Messina), alla pasticceria Freni di Messina e che per mesi ha visto gli studenti al lavoro nella realizzazione di un’azienda didattica a scuola.

Il 2 giugno scorso, inoltre, in occasione delle celebrazioni per la Festa della Repubblica, gli allievi dell’Antonello hanno realizzato una versione limited edition tricolore di “Amara Miravigghia”, gustata durante l’evento organizzato dalla Prefettura di Messina, con l’Università di Messina e il Conservatorio Arcangelo Corelli, che si è svolto nel cortile dell’Ateneo peloritano.

«Questa esperienza è stata un’opportunità preziosissima – ha detto la professoressa Laura Tringali, dirigente scolastica dell’Antonello – e si inserisce all’interno di altre progettualità regionali avviate dall’Istituto; tra queste un laboratorio del Gusto legato al pesce azzurro che è diventato un laboratorio di orientamento ma anche una vetrina importante per la città dello Stretto. Il percorso di ”Amara Miravigghia” è stato dedicato al mondo della pasticceria per puntare l’attenzione sul valore del nostro territorio, esaltando i suoi prodotti più autoctoni, e cosa c’è di più siciliano dell’arancia? Il prodotto sarà lanciato e venduto nella vetrina del nostro e-commerce. Ci teniamo molto alla vetrina online, siamo tra le poche scuole italiane ad averne realizzata una. È un canale che dà visibilità all’istituto e che continueremo a rafforzare. A breve partiremo anche con una produzione natalizia di panettoni e cioccolato».

La preside ha poi rimarcato l’impegno, nel corso dell’iniziativa, profuso dai suoi alunni: «Gli studenti – ha aggiunto – hanno frequentato, insieme all’attività didattica di laboratorio, dei moduli dove la teoria si è unita alla pratica, dall’orientamento al lavoro e business planning, alla comunicazione e alle azioni di marketing. Il nostro obiettivo è creare dei prodotti solo made in Sicily e a brand Antonello da promuovere e da vendere attraverso l’azienda didattica anche fuori dal nostro territorio. Ovviamente non c’è uno scopo di lucro, ma di diffusione di best practice, il ricavato delle vendite serve a coprire le spese dell’azienda didattica stessa, a finanziare altri progetti di natura inclusiva e anche per uno scopo solidale».

Esprime soddisfazione anche il presidente di Ulisse, Carmelo Cutrufello: «Sappiamo bene – dichiara – il valore dell’Istituto Antonello di Messina che ha formato generazioni di professionisti nel settore alberghiero e non solo e per noi è stato un onore collaborare al progetto di “Amara Miravigghia”. Oggi in un mercato e mondo del lavoro sempre più dinamico gli allievi della scuola hanno potuto avvicinarsi a quel che li aspetterà dopo, comprendendo quando sia importante oggi acquisire nuove competenze, costruire la propria personalità online nel modo più efficace e il valore di lavorare in team».

istituto antonello messina

(342)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.