affidamento franco scoglio

Messina, Sorbello chiede la messa in sicurezza dello Stadio “Franco Scoglio”

Pubblicato il alle

3' min di lettura

In attesa della fine del campionato di Serie D, il consigliere comunale Salvatore Sorbello chiede all’assessore allo Sport Francesco Gallo quando verranno eseguiti i lavori di messa in sicurezza dello Stadio “Franco Scoglio” (o San Filippo) di Messina.

«Come intende risolvere – si legge nella nota di Sorbello – il problema relativo alla possibilità di avere il pubblico in presenza per le due gare casalinghe di Fc Messina e una dell’Acr?».

La messa in sicurezza dello Stadio Franco Scoglio di Messina

Il decreto del 18 maggio stabilisce che dal 1° giugno all’aperto e dal 1° luglio anche al chiuso, i tifosi possono tornare allo stadio. Sempre secondo le disposizioni governative, la capienza è di non più di:

  • 1.000 spettatori all’aperto,
  • 500 spettatori al chiuso.

Tuttavia, secondo quanto riportato da Sorbello, la Commissione comunale di Vigilanza Pubblico e Spettacoli del Comune di Messina – con verbale dell’11 giugno – ha dato parere non favorevole allo svolgimento delle partite delle squadre messinesi in presenza del pubblico per mancata manutenzione di diversi impianti tra cui:

  • impianto idrico antincendio
  • impianto di illuminazione di sicurezza
  • gruppo elettrogeno

«Adducendo – si legge nella nota – motivazioni inerenti gravi omissioni da attribuire a chi l’assessore vorrà meglio individuare. Invero, secondo gli impegni presi dal Comune e dalla Società concessionaria dello Stadio Franco Scoglio sino al 31 maggio 2021, questa avrebbe dovuto anche fare i lavori di adeguamento addirittura per la serie C, quindi, avrebbe dovuto curare anche l’adeguamento dello Stadio per dare la possibilità ai propri tifosi e a quelli della società Fc Messina, che ha sempre pagato alla stessa il canone di affitto, di assistere alle partita in presenza alla prima occasione utile e sino al numero di spettatori consentito, previsto dalle normative vigenti.

Le uniche certezze ad oggi sono gli importi pari a euro 88.400,80 spesi dalla società Fc Messina che resta danneggiata dalla possibilità di poter giocare in presenza dei propri tifosi. Ma oltre il danno la beffa, poiché risulta che è l’unica società ad aver pagato per giocare al Franco Scoglio nel periodo di covid. Il Comune infatti, per il problema covid non ha richiesto i canoni alla concessionaria, ma la stessa, li ha richiesti ad fc Messina per poter giocare».

Cosa chiede Sorbello

Il consigliere Sorbello chiede quindi di mettere in sicurezza lo Stadio Franco Scoglio. «Anche – conclude Sorbello – a fronte dei canoni riscossi e pagati da Fc Messina, si chiede di voler procedere con fondi propri del bilancio comunale ed in via d’urgenza alla regolarizzazione e messa a norma delle strutture di sicurezza mancanti per dare la possibilità al Fc Messina di giocare le due partite
in casa con i propri numerosi spettatori, ma anche ai tifosi della squadra che aveva l’onere di provvedere contrattualmente».

(110)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.