nuovo mercato zaera

Messina, il M5S segnala le criticità del Mercato Zaera: «Com’è stato possibile inaugurarlo?»

Pubblicato il alle

3' min di lettura

«Ecco le condizioni in cui versa il nuovo Mercato Zaera. Come è stato possibile inaugurarlo?»: questo l’interrogativo posto dai consiglieri del Movimento 5 Stelle a seguito di un sopralluogo nell’area aperta da appena tre mesi. Diverse le problematiche segnalate dai pentastellati (ma non solo): materiali e finiture inadeguati, carenze strutturali e problemi gestionali e di sicurezza, dovuti anche ai varchi del mercato privi di chiusure che lasciano l’area accessibile anche nelle ore notturne.

A lanciare l’allarme sulle condizioni del nuovo Mercato Zaera, inaugurato lo scorso giugno 2021, sono stati per primi i commercianti dell’associazione “Mercato area verde Zaera”. Alla luce di tale denuncia, la capogruppo in Consiglio Comunale del M5S, Cristina Cannistrà, si è recata sul posto insieme al vicepresidente della IV Municipalità Renato Coletta, per verificare la situazione. Situazione, a quanto pare, che non è delle migliori, tanto che a nome dell’intero gruppo consiliare pentastellato è stata inoltrata un’interrogazione ufficiale all’assessore alle Attività Produttive, Dafne Musolino, e al collega al Lavori Pubblici, Salvatore Mondello.

Quali sono le criticità segnalate? «Mancanza di protezione dei varchi, privi di chiusure e di un impianto di videosorveglianza;  pavimentazione inadeguata per un’area mercatale, danneggiata in più punti e senza alcun trattamento di impermeabilizzazione; balaustre, in parte divelte e dissaldate; scivoli per disabili assenti; problemi di deflusso dell’acqua; caditoie delle acque piovane dei marciapiedi, completamente occluse dal manto stradale e dalla pavimentazione di recente installazione; l’inaccessibilità del parcheggio, privo in parte delle griglie di scolo e ad oggi non fruibile per la mancata richiesta e/o autorizzazione dei Vigili del Fuoco». Inoltre, sottolineano i pentastellati, alcuni box non risulterebbero ancora assegnati.

«Ogni mattina – aggiungono i consiglieri del M5S – l’area si presenta in stato di degrado, tant’è che i commercianti sono obbligati ad anticipare l’orario di apertura per provvedere alla pulizia dell’area come, per esempio, nelle scale d’ingresso a sud/est, utilizzate come servizi igienici a cielo aperto, in un luogo in cui si vendono prodotti alimentari».

«Ci viene inoltre riferito – concludono – che non è stata comunicata la quota del canone mensile agli affidatari dei box, che non sanno quali sono i servizi inclusi e i costi della gestione delle aree comuni». Infine, i consiglieri Andrea Argento, Cristina Cannistrà e Giuseppe Fusco, del Movimento 5 Stelle chiedono chiarimenti all’Amministrazione sugli eventuali interventi per adeguare la struttura alle norme di legge e sui passaggi amministrativi «che abbiano permesso l’inaugurazione del mercato senza che lo stesso fosse in possesso di tutte le dovute autorizzazioni, soprattutto quelle relative all’area parcheggi».

(189)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.