lavoro - operai - edilizia

Messina, approvato il programma delle opere pubbliche 2023/2025: cosa prevede

Pubblicato il alle

4' min di lettura

La Giunta Basile ha approvato il programma triennale delle opere pubbliche a Messina per gli anni dal 2023 al 2025. Previsti investimenti complessivi pari a più di 1 miliardo di euro per un totale di 281 interventi. Vediamo il documento completo e alcune delle opere in programma.

Partiamo dai numeri. Nel dettaglio, il programma triennale delle opere pubbliche 2023-2025 – approvato con delibera di Giunta n° 418 dell’1 dicembre 2022 – prevede investimenti complessiva pari ad 1.255.087.711,45 euro, di cui 76.765.998,85 euro per il primo anno, 360.796.353,02 euro per il secondo anno, 410.909.193,28 milioni di euro per il terzo anno, e 461.821.813,23  euro previsti per annualità successive. Il totale complessivo degli interventi è di 281, 48 dei quali compresi nell’elenco annuale. L’apporto di capitale privato è di 33 milioni di euro.

Prima di andare a vedere nel dettaglio le opere inserite nel programma triennale 2023-2025 del Comune di Messina, facciamo una piccola precisazione tecnica, che riprendiamo testualmente dalla delibera e che ci spiega i criteri utilizzati per la redazione del documento: «Per l’inclusione di un’opera pubblica nel Programma Triennale e nei suoi aggiornamenti annuali la stessa deve essere d’importo superiore a 100.000,00 euro, mentre l’inclusione di un lavoro nell’elenco annuale è subordinata, per i lavori d’importo inferiore a 1.000.000,00 di euro, alla approvazione di uno studio di fattibilità e, per i lavori d’importo pari o superiore a 1.000.000,00 di euro, alla presenza di una progetto di fattibilità tecnica ed economica (preliminare secondo la norma previgente) approvata, salvo che per i lavori di manutenzione, per i quali è sufficiente l’indicazione degli interventi accompagnata dalla stima sommaria dei costi».

Programma triennale delle opere pubbliche 2023/2025 a Messina

Come detto, il programma triennale 2023-2025 del Comune di Messina è piuttosto ampio, contiene 281 interventi, non è quindi possibile riportarli tutti. Ne segnaliamo alcuni e per il resto rimandiamo alla delibera, che linkiamo in basso nell’articolo.

  • Lavori di messa in sicurezza dell’attraversamento del torrente Portella Arena in corrispondenza della Cooperativa Futura (650mila euro);
  • Intervento di completamento e di integrazione dei lavori di moderazione del traffico veicolare nel centro urbano (321.438 euro);
  • Linea tranviaria di Messina, opere di ripristino e manutenzione della linea (4.450.000,00 euro);
  • Costruzione di un canile comunale e rifugio sanitario per cani e gatti e clinica veterinaria comunale (1.600.000,00 euro);
  • Lavori di riqualificazione di un’area da destinare ad oasi felina (126mila euro);
  • Messa in sicurezza delle facciate e restauro conservativo di Palazzo Zanca (4.450.000,00 euro);
  • PON METRO 14/20 I-Hub di Messina: Graceful Living Area for Messina GLA4ME I LOTTO (18.902.317,40 euro);
  • Interventi a tutela e salvaguardia dell’habitat prioritario 1150 “Lagune costiere” e della biodiversità della riserva naturale orientata “Laguna Capo Peloro”, localizzati nella ZPS ITA 030042, mediante la realizzazione di opere atte al convogliamento, trattamento e recapito in pozzi drenanti delle acque meteoriche di dilavamento provenienti dalle aree antropizzate che circondano il lago “Ganzirri” nel Comune di Messina” (3.832.000,00 euro);
  • Manutenzione palco e gradinata area spettacoli pubblici a Forte Ogliastri, con sistemazione percorsi ed illuminazione esterni e bagni esistenti (200mila euro)
  • PNRR- Lavori di riqualificazione funzionale dello stadio Celeste per la realizzazione del nuovo impianto polivalente “Giovanni Celeste” (2.600.000,00 euro);
  • Lavori di ristrutturazione e adeguamento della scuola “Mili San Pietro” a seguito dell’incendio del 12 aprile 2016 (590mila euro);

Poi si segnalano lavori che riguardano il progetto ForestaMe, ma anche scuole e impianti sportivi, parcheggi, manutenzione del verde, viabilità e marciapiedi, mitigazione del rischio idrogeologico, piste ciclabili, e così via. Il documento completo è consultabile a questo link.

(735)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.