alessandro morelli e oreste polliccino

Messina, ai giuristi Alessandro Morelli e Oreste Pollicino il premio Senior Scholar Prize

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Prima il diploma al liceo “Maurolico”, poi la Laurea in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Messina, infine la carriera universitari: i professori Alessandro Morelli e Oreste Pollicino, entrambi messinesi, si aggiudicano il Senior Scholar Prize, un premio internazionale assegnato dall’American Society of Comparative Law, associazione americana che promuove gli studi scientifici nelle materie del diritto straniero, comparato e internazionale.

A conquistare i giudici, un articolo sul linguaggio metaforico nella giurisprudenza delle Corti supreme relativa alla tutela dei diritti fondamentali in Internet apparso nel 2020 sull’American Journal of Comparative Law, rivista leader nel settore degli studi giuridici. Pubblicazione ospitata in passato da istituzioni come la UC Berkeley School of Law, la Columbia Law School, la University of Michigan Law School, che attualmente ha sede congiuntamente nel Centro di diritto della Georgetown University e nella Facoltà di Giurisprudenza della McGill University.

Chi sono i professori Alessandro Morelli e Oreste Pollicino? Come anticipato, i due giuristi hanno subito un percorso formativo simile, iniziato tra i banchi del liceo classico “Maurolico” di Messina e proseguito presso l’Ateneo Peloritano. Alessandro Morelli è oggi professore ordinario di Istituzioni di diritto pubblico nel Dipartimento di Scienze politiche e giuridiche dell’Università di Messina. Oltre ad essere direttore di una rivista di diritto delle autonomie territoriali e componente degli organi direttivi di altre importanti riviste giuridiche, è autore di numerose pubblicazioni scientifiche e coautore di manuali di diritto pubblico e regionale. Dirige, inoltre, il Centro “Messina University Press” nell’Ateneo messinese.

Oreste Pollicino, invece, è professore ordinario di Diritto costituzionale nel Dipartimento di Studi giuridici dell’Università Bocconi di Milano. Direttore di varie riviste giuridiche e anch’egli autore di numerose pubblicazioni scientifiche, è componente del Consiglio di amministrazione dell’Agenzia dell’Unione europea dei diritti fondamentali.

(1795)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.