Messina, aggrediti due agenti della Polizia Municipale mentre eseguivano un TSO

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Due agenti della Polizia Municipale di Messina sono stati aggrediti, ieri, mercoledì 21 luglio, mentre eseguivano un TSO (Trattamento Sanitario Obbligatorio). Il sindaco Cateno De Luca e la Giunta comunale esprimono la propria vicinanza e solidarietà ai poliziotti feriti.

Pubblichiamo, di seguito, la nota inviata dal Primo Cittadino, dall’assessore alla Polizia Municipale, Dafne Musolino, dalla Giunta e dall’Amministrazione in tutte le sue componenti «Manifestiamo la nostra vicinanza ai due Agenti feriti – scrivono – che nell’apprendere la notizia abbiamo immediatamente chiesto informazioni alla struttura sanitaria in merito alle loro condizioni di salute e sincerarci di persona recando loro visita. Il servizio di TSO, che è demandato alla Polizia Municipale, è una delle attività che maggiormente espone gli operatori a rischi di aggressioni e difficoltà di vario genere, alle quali la Polizia Municipale di Messina non si è mai sottratta, operando spesso anche in condizioni di disagio e sopperendo, non di rado, alle difficoltà operative del 118 che non sempre riesce ad organizzare il servizio di autoambulanza per il trasporto del paziente».

«Siamo fortemente consapevoli – proseguono – dell’alto grado di professionalità con il quale la Polizia Municipale espleta questo servizio soprattutto con riferimento a quell’intervallo di tempo in cui il paziente è in attesa di essere preso in consegna dalla struttura sanitaria e osservato a tutela della sua stessa salute ed incolumità. In questa delicata fase, che talvolta si protrae anche per ore, gli unici a farsi carico della incolumità del paziente, vigilando affinché non possa recare danno a sé stesso o agli altri, sono gli Agenti della Polizia Municipale, ai quali rivolgiamo ancora una volta il pieno apprezzamento per la professionalità con la quale svolgono le loro mansioni quotidiane, con competenza maturata anche da lunghi anni di esperienza, non disgiunta da una profonda umanità».

(482)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.