maltempo provincia di messina

Maltempo in provincia di Messina: a Castelmola 30 famiglie ancora isolate

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Non sono state ancora superate le ripercussioni del maltempo che ieri, mercoledì 17 novembre, ha investito la provincia di Messina. A Castelmola, comune di 1.075 abitanti confinante con Taormina, ci sono ancora circa trenta famiglie isolate per i danni delle perturbazioni di ieri, secondo quanto riportato dall’Agenzia di Stampa ANSA.

Maltempo in provincia di Messina: la situazione a Castelmola

Il piccolo centro abitato in provincia di Messina, chiamato “l’acropoli di Taormina”, è nella lista dei borghi più belli d’Italia e si trova a 550 metri sul livello del mare. I problemi maggiori sono stati causati dalle frane e dagli allagamenti che hanno bloccato le vie di collegamento nel paese, obbligando i residenti a evitare le strade principali.

Sulla situazione è intervenuto anche il sindaco di Castelmola, Orlando Russo.

«Ho avvertito la Protezione civile e i Vigili del fuoco – ha dichiarato Russo –, ma in questo periodo, per la quantità enorme di interventi, sono come l’Araba fenice e il Comune non ha i soldi necessari per coprire le spese per gli interventi necessari e che sono urgenti. Per spostarsi da alcune contrade le persone sono costrette ad attraversare a piedi per le campagne».

La Sicilia torna in allerta verde

Tutta la Sicilia è stata in allerta arancione nei giorni di martedì e mercoledì e tra le aree più colpite ci sarebbe soprattutto la riviera jonica. Ieri, infatti, l’ANAS ha dovuto chiudere la passerella sull’Agrò, tra Sant’Alessio Siculo e Santa Teresa di Riva (ora riaperta, ha comunicato il sindaco Danilo Lo Giudice).

Il dipartimento regionale della Protezione Civile ha cambiato, per oggi, 18 novembre, il colore della Sicilia, che è passata interamente in allerta verde, tornando a un’apparente normalità dopo il maltempo che negli ultimi giorni ha investito l’Isola, non risparmiando la provincia di Messina.

Foto ANSA

(90)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.