L’innovazione digitale in Sicilia passa da “Sikelia”: come partecipare al bando

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Si chiamerà “Sikelia” e sarà il nuovo polo dedicato all’innovazione digitale. Per realizzarlo la Regione Siciliana – d’intesa con il Parco Scientifico e Tecnologico della Sicilia, coordinatore del progetto – ha avviato un bando destinato a tutti gli organismi che si occupano di innovazione digitale in Sicilia.

Enti di ricerca pubblici e privati, università, aziende, competence center, distretti tecnologici, parchi scientifici e tecnologici, incubatori di startup, Fab-lab, Community lab, Living lab, Digital innovation hub, ecosistemi digitali per l’innovazione quindi potranno partecipare al bando per costituire il nuovo polo tecnologico “Sikelia”.

La scadenza per inviare la propria istanza di partecipazione – a mezzo posta elettronica al Parco Scientifico e tecnologico della Sicilia – è fissata al 12 aprile 2021. Qui il modulo da compilare e inviare.

L’innovazione digitale in Sicilia passa da Sikelia

Il progetto “Sikelia” era stato ammesso – a dicembre 2020 – alla procedura di gara del MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) – dedicata alla selezione dei Poli europei per l’innovazione digitale nel contesto del programma Europa digitale.

Il programma Europa digitale è nato per sostenere la trasformazione digitale dell’economia e della società europee e permettere alle imprese e ai cittadini europei di beneficiare dei suoi vantaggi.

Nello specifico, il programma prevede:

  • Calcolo ad alte prestazioni;
  • Intelligenza artificiale;
  • Cibersicurezza e fiducia;
  • Competenze digitali avanzate;
  • Implementazione, impiego ottimale della capacità digitale e interoperabilità.

Che cos’è il Parco Scientifico e Tecnologico della Sicilia?

Il Parco Scientifico e Tecnologico della Sicilia (PSTS) è una Società Consortile per Azioni, partecipata dalla Regione Siciliana e da centri di ricerca e imprese che operano in diversi settori dell’economia. Nata nel 1991 come modello virtuale, si trasforma nel 2001 in realtà fisica diventando una struttura organizzativa network-centered, un “soggetto ponte” in grado di integrare, coordinare e valorizzare la rete operativa, progettuale e relazionale di diversi attori.

La sua mission è di accrescere la competitività del territorio attraverso la ricerca, l’innovazione, il trasferimento tecnologico, la diffusione della cultura della qualità e della formazione continua e l’attrazione d’investimenti. Il PSTS si pone come interfaccia tra imprese e università, tra mondo imprenditoriale e mondo della ricerca, e come uno strumento di eccellenza per costruire nuove conoscenze, per condividerle e per fertilizzarle interattivamente.

(159)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.