Lavori in via Consolare Pompea: collocati i “delineatori flessibili” tra le due corsie

via consolare pompeaSicurezza di via Consolare Pompea: al via la prima sperimentazione. Ieri sono stati disposti lungo la litoranea, dalla Chiesa di Grotte alla rotonda dell’Annunziata bassa, dei delineatori flessibili (in pratica dei “birilli” flessibili) lungo la doppia striscia continua che separa i sensi di marcia, con l’obiettivo – apparentemente – di impedire sorpassi pericolosi. Inizialmente era prevista l’installazione di un cordolo, che però non risulta attualmente sul mercato.

Dopo diversi mesi da quando se ne è cominciato a parlare la scorsa estate, sono iniziati i lavori della via Consolare Pompea, sollecitati più volte (e da più parti) al fine di mettere in sicurezza una strada troppo spesso teatro di incidenti, soprattutto in estate.

Nella giornata di ieri, spiegano dal Comune di Messina, lungo la doppia striscia continua che separa le carreggiate del tratto della via Consolare Pompea compreso tra il viale Annunziata e la chiesa S. Maria delle Grotte a Pace, sono stati collocati, a distanza di 2 metri gli uni dagli altri, dei delineatori flessibili. Tra un delineatore e l’altro sono stati infine posizionati dei retroriflettenti integrativi.

Questa nuova divisione è stata introdotta in via sperimentale e risulta interrotta «esclusivamente in corrispondenza delle intersezioni con le strade pubbliche lato monte e delle aree di parcheggio lato mare, dove devono essere collocati anticipatamente segnali verticali di preselezione che indichino la possibilità di effettuare l’inversione di marcia percorrendo la corsia di manovra interna al parcheggi». In corrispondenza delle strisce pedonali, infine, sono previste “isole pedonali salvagente” che, almeno in questa fase sperimentale, devono essere della tipologia “a raso”.

Per quel che riguarda i restanti lavori e le misure di sicurezza disposte per via Consolare Pompea dall’ordinanza dell’11 marzo 2020, nel progetto originale sono previsti: attraversamenti pedonali rialzati, più controlli della Polizia Municipale, la messa in sicurezza della pista ciclabile e l’interdizione ai mezzi pesanti (esclusi i bus) durante la stagione estiva.

Rispetto al progetto iniziale, spiegano da Palazzo Zanca, la nuova ordinanza «modifica parzialmente quella precedente dello scorso 11 marzo che prevedeva la collocazione di un cordolo delle dimensioni specificate e opportunamente omologato non reperibile sul mercato e fa seguito alla riunione tenutasi lo scorso venerdì alla caserma Calipari, alla presenza del vicesindaco Salvatore Mondello, dei Comandanti delle Polizie Stradale, Metropolitana e Municipale, e dei tecnici del Dipartimento».

spartitraffico via consolare pompea

(327)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *