Il Comune si difende al Tar contro il suo Avvocato Capo Ferlisi

Calogero FerlisiIl Comune non torna indietro sui provvedimenti adottati nei confronti di Calogero Ferlisi. L’amministrazione Accorinti ha deciso di difendersi al Tar di Catania contro il Capo della sua avvocatura.  Ferlisi si è rivolto al tribunale amministrativo contro la determina del segretario generale Antonio Le Donne, la numero 32 del 31 dicembre scorso, e il decreto del sindaco Renato Accorinti, il numero 21 del 31 dicembre scorso, con cui il comandante della polizia municipale è stato assegnato a interim alla guida dei vigili urbani e a tempo indeterminato a dirigere l’Avvocatura. Ferlisi ha presentato pure un esposto in procura contro Le Donne e Accorinti, che sono stati iscritti nel registro degli indagati, per le accuse di abuso d’ufficio e mobbing. L’amministrazione comunale ha nominato l’avvocato Aldo Tigano per resistere in giudizio al ricorso  di chi segue tutti i contenziosi del Comune tranne questo. C’è da dire che Ferlisi, in quanto dirigente dell’Avvocatura, con nota n. 30447 del 7 febbraio scorso ha manifestato l’opportunità e la necessità di astenersi dal fornire indicazioni “Trattandosi di procedimento per il quale sussiste incompatibilità essendo parte in causa e, nello stesso tempo, dirigente competente per il parere tecnico sulla proposta di deliberazione per la resistenza in giudizio”. E’ stato indicato Giovanni Bruno nella sostituzione di Ferlisi per il rilascio del parere di regolarità tecnica previsto dalla legge sulle proposte di deliberazione. Da qui la nomina di Tigano che difenderà il Comune al tribunale amministrativo di Catania contro la richiesta di Ferlisi di annullare i provvedimenti di sindaco e direttore generale. Nei giorni scorso l’attuale comandante a interim della polizia municipale aveva annunciato le sue dimissioni se i giudizi da lui richiesti andranno male. L’amministrazione, in risposta, aveva chiesto al dirigente sobrietà e di non esporre sui media il contenzioso che lo vede contrapposto a primo cittadino e segretario generale. @Acaffo

(51)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *