consiglieri lo presti e sturniolo addio cambiamo

I consiglieri Sturniolo e Lo Presti pensano al Garante dei detenuti. Presentata la delibera

Pubblicato il alle

3' min di lettura

consiglieri lo presti e sturniolo addio cambiamoI consiglieri comunali del gruppo misto, Luigi Sturniolo e Nina Lo Presti, hanno presentato una proposta di delibera per l’istituzione del Garante delle persone private della libertà.

Questo il testo che nei prossimi giorni sarà valutato dall’aula:

 

Premesso che

l’art. 2 della Costituzione della Repubblica Italiana stabilisce che “La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle forme sociali ove si svolge la sua personalità e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale”;

lo Statuto del Comune di Messina indica all’art. 1, tra i valori comunitari, la libertà, la pace, la solidarietà, la moralità, la cooperazione, le pari opportunità, la responsabilità individuale e sociale;

lo Statuto, all’art. 2, comma 2, ispira le azioni Comune ai valori affermati nell’articolo precedente e al rispetto della dignità dell’uomo e della solidarietà sociale;

Preso atto che

la figura del Garante dei diritti delle persone private della libertà personale ha trovato riconoscimento legislativo con la L. 27 febbraio 2009 n. 14, che ha modificato la Legge 26 luglio 1975 n. 354, prevedendo che il garante può avere colloqui con i detenuti e gli internati, anche al fine di compiere atti giuridici (art. 18) e che il garante possa visitare senza necessità di preventiva autorizzazione gli istituti penitenziari che insistono sul territorio di competenza (art. 67);

Rilevato che

La Legge Regionale 19 maggio 2005, n. 5, ha istituito, all’art. 33 il Garante per la tutela dei diritti fondamentali dei detenuti al fine di favorire l’inserimento lavorativo e la formazione scolastica e universitaria delle persone private della libertà, di vigilare affinché vengano garantiti i loro diritti fondamentali e siano messe in atto campagne di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sui temi dei diritti umani;

Visto

il Regolamento del Garante per i diritti delle persone private della libertà nel testo che qui si allega (All. A) come parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, in cui si indicano i compiti, funzioni, requisiti, modalità di elezione, durata in carica e cause di decadenza, dimissioni e revoca del Garante, nonché i suoi rapporti con gli organi del Comune;

Ritenuto

di procedere alla costituzione del Garante per i diritti delle persone private della libertà;

D E L I B E R A

  1. DI ISTITUIRE NEL COMUNE DI MESSINA IL “GARANTE DEI DIRITTI PER LE PERSONE PRIVATE DELLA LIBERTA’”.
  2. DI APPROVARE IL REGOLAMENTO, ALLEGATO ALLA PRESENTE DELIBERA DI CUI FA PARTE INTEGRANTE, CON IL QUALE SI STABILISCONO LE COMPETENZE E LE FUNZIONI DEL GARANTE.

 

Il presente provvedimento non comporta impegni di spesa.

(87)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.