Genio civile, dossier di Santoro sulle costruzioni a ridosso dei torrenti

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Torrente Briga“Le norme per la tutela del territorio ci sono, si devono applicare e non interpretare”: è stato un passaggio dell’Ingegnere Capo del Genio Civile, Leonardo Santoro, che da tre mesi guida gli uffici di via Saffi. Santoro ha preso il posto di Gaetano Sciacca. Quest’ultimo si era rivolto al tribunale del Lavoro. Ma non è stato su questo che Santoro ha concentrato la sua conferenza stampa quanto sui progetti edilizi come quelli contro il dissesto idrogeologico di Giampilieri e zone alluvionate. Santoro ha sottolineato che proprio sulle costruzioni a ridosso dei corsi d’acqua ha consegnato alla magistratura un dossier e che al suo arrivo ha trovato Piani regolatori dei Comuni che presentano anomalie. Santoro ha ricordato di aver inserito nel sito dell’ente due avvisi per l’istituzione dell’albo delle imprese di fiducia che prima non era a disposizione. Sul progetto edilizio alle spalle del liceo Archimede Santoro ha risposto: “E’ stata autorizzata solo la messa in sicurezza di un costone roccioso. In piazza Cavallaro a Torre Faro, invece, verrà realizzata una barriera radente per contrastare l’erosione. Ho invitato i consiglieri di quartiere a fare da tramite con i residenti per lo spostamento di barche e verricelli, per evitare le multe”. Sul torrente Annunziata l’Ingegnere Capo ha annunciato che saranno avviate opere di sistemazione idraulica e rinaturalizzazione dell’alveo con una nuova pavimentazione. Sull’appalto per la messa in sicurezza del viadotto Ritiro Santoro sostiene che non può dare un giudizio visto che il progetto esecutivo deve ancora giungere al Genio civile. Sui lavori di messa in sicurezza Giampilieri l’Ingegnere ha evidenziato che solo con l’ultimazione del Canalone si potrà dire che la zona potrà stare tranquilla. 

(62)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.