tn terremoto1908

Donata al Comune di Messina una pergamena per la ricostruzione post-terremoto

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Sono trascorsi quasi 113 anni dal terremoto che nel 1908 distrusse la città di Messina. Una ferita rimasta nel cuore di questa città, ancora oggi segnata da quella tragedia che portò via più della metà della popolazione di allora. Per ricordare gli sforzi e l’impegno nella ricostruzione del capoluogo peloritano nel periodo successivo al sisma, il Comune di Messina ha ricevuto una pregiata pergamena in ricordo della ricostruzione post-terremoto.

A donare questa speciale onorificenza al sindaco Cateno De Luca e all’assessore alla Cultura Enzo Caruso è stato Cesare Cagli, discendente omonimo del Commissario Governativo per la ricostruzione di Messina, che nel 1925 ricevette proprio questa pergamena dai suoi collaboratori. Il riconoscimento verrà custodito presso l’Archivio Storico “Nitto Scaglione” del Comune di Messina.

La pergamena, fino ad ora conservata a Roma dal pronipote di Cagli, è finemente dipinta a mano con immagini tributo alle Fontane di Orione e del Nettuno e del porto di Messina. Inoltre, sono riportate la dedica dettata dal senatore messinese Ludovico Fulci e le firme autografe dei collaboratori di Cesare Cagli.

Si legge nella dedica di Fulci: «Al Grand’Ufficiale Cesare Cagli, della ricostruzione della gloriosa Città distrutta, assertore sapiente dell’alta missione, entusiasta, nel lavoro indefesso, infaticabile, nei metodi geniale. I suoi collaboratori dell’Unione Edilizia Nazionale Sede di Messina che lo ebbero Capo, con severità paterna, con austerità affettuosa, moderatore maestro, per ricordo reverente di gratitudine affettuosa. 22 Dicembre 1925. Detto il Senatore Fulci».

«Non possiamo che essere grati – ha commentato l’assessore Caruso – per il pregiato dono e l’attenzione che il dott. Cagli ha voluto riservare alla nostra Città con questo importante documento relativo alla storia della ricostruzione post-terremoto, che si aggiunge ad altra preziosa documentazione recentemente riportata alla luce e che potrà essere fruita da coloro che vorranno ammirarla presso il nostro Archivio Storico, sito al Palacultura Antonello».

Lo scorso dicembre, in occasione del 112° anniversario del terremoto di Messina, la città aveva già ricevuto una targa commemorativa dall’Associazione Messina Sacra.terremoto messina

(109)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.