Dal 18 maggio in Sicilia aperti parrucchieri, estetisti e ristoranti. In arrivo l’ordinanza Musumeci

nello musumeciDal 18 maggio la Sicilia “riapre”. Il Governo di Roma ha detto sì alle riapertura differenziate nelle varie regioni d’Italia. Ad annunciarlo è il Presidente della Regione, Nello Musumeci: «Roma ha finalmente condiviso le proposte contenute nel documento unitario delle Regioni presentato oggi pomeriggio (ieri pomeriggio, ndr). Pertanto, lunedì apriranno: le attività del commercio al dettaglio, i servizi alla persona (parrucchieri ed estetisti), i bar e la ristorazione».

Non bisognerà più aspettare lunedì 1 giugno, quindi, come era stato annunciato in conferenza stampa dal Premier Giuseppe Conte, i tempi di riapertura si accorciano, anche grazie ai dati incoraggianti degli ultimi giorni sul coronavirus in Sicilia. Ieri, ad esempio, in tutta la Sicilia si sono registrati soltanto 8 nuovi casi, a fronte di 102 guariti, e nessun decesso.

«Per le altre attività il Governo non ha dato il disco verde – spiega Musumeci – ma contiamo, noi governatori, di ottenere, già nelle prossime ore, la necessaria autonomia per decidere su ulteriori riaperture». Oggi, quindi, è una giornata importante, in cui si attende il testo ufficiale del decreto legge e l’arrivo dell’ordinanza regionale.

«Abbiamo, inoltre, chiesto e ottenuto che le misure di protezione da adottare nelle attività autorizzate da lunedì siano meno restrittive rispetto a quelle proposte dall’Inail. Non appena il governo Conte emanerà i provvedimenti annunciati, firmerò la necessaria ordinanza. Penso si possa fare tutto nella giornata di domani (oggi, ndr)».

(4176)

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *