Da Messina in treno fino all’aeroporto: il 13 marzo apre la Stazione Fontanarossa

stazione fontanarossa, aeroporto di cataniaÈ prevista per il 13 marzo 2021 l’apertura della Stazione Fontanarossa. Sarà quindi finalmente possibile arrivare direttamente in treno all’Aeroporto di Catania. Dopo un primo stop, dovuto alla necessità di ultimare i lavori della strada di collegamento ai terminal, tra una ventina di giorni è fissata l’attivazione commerciale della fermata.

L’opera è costata 5 milioni di euro e rientra nel programma del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e di RFI per gli anni 2017-2021. L’attivazione tecnica è avvenuta lo scorso 13 dicembre 2020, la Stazione in sé era pronta, ma per poter rendere la fermata fruibile al pubblico si è dovuto aspettare il termine degli interventi per la realizzazione della strada di collegamento ai terminal, di circa 800 metri, percorribile con i bus navetta. Adesso anche quest’ultimo passaggio è quasi completato e la data prevista per l’attivazione commerciale della Stazione Fontanarossa è quella del 13 marzo 2021.

La nuova stazione Rfi ha due binari, uno in direzione Bicocca e uno in direzione Catania Centrale-Messina. Offrirà ai viaggiatori: marciapiedi collegati tra loro da sottopassaggio pedonale, lunghi 220 metri; un piano di calpestio situato a 55 centimetri dal livello delle rotaie; una pensilina per la protezione dei viaggiatori in attesa dei treni; le tabelle di orientamento per l’individuazione di fine marciapiede. Sul posto, nei giorni scorsi, per verificare l’andamento dei lavori, l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Marco Falcone.

L’importo per la realizzazione della strada di collegamento tra l’Aeroporto di Catania e la nuova fermata ferroviaria di Fontanarossa è di un milione e 400 mila euro.

(4793)

2 Commenti

  • supergiù ha detto:

    Dobbiamo puntare tutto sull’Aeroporto del Mela !!!!
    Tutto il resto non aiuto allo sviluppo socio-economico delnostro territorio.

  • Scipione ha detto:

    Ho sempre sostenuto la realizzazione dell’aeroporto del Mela, non esistono alternative per il decollo turistico ed economico in particolare della provincia d Messina comprese ovviamente le Eolie_ Taormina e del resto della sicilia , e non solo turismo, anche la commercializzazione dei prodotti dell’agricoltura e della Pesca. E’ il momento favorevole atteso che il Presidente Draghi nel suo programma ha posto al primo posto il decollo del TURISMO. Ed allora smettiamola con questi sciocchi ed inutili campanilismi spesso volti alla non realizzazione di opere importanti e basilari per il decollo di attività commerciali connesse appunto ad esempio come u a infrastruttura come la realizzazione dell’aeroporto del Mela. Non esistono giustificazioni per non realizzarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *