armando hyerace e gaetano gennaro pd messina

Covid Messina, Hyerace (Pd): «Si riveda il piano degli eventi di Natale, impennata dei contagi»

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Da una settimana, a Messina sono partiti gli eventi dedicati al Natale. Appuntamenti che, da calendario, dovranno concludersi il prossimo 6 gennaio 2022. Per il Circolo del Pd, però l’Amministrazione che ha organizzato la rassegna natalizia in tutta la città di Messina dovrebbe rivedere la programmazione perché c’è un’impennata dei contagi da Covid-19.

«Siamo molto preoccupati – scrive in una nota il coordinatore del Circolo Armando Hyerace – per l’impennata dei contagi in città, ultima, lo ricordiamo, tra i capoluoghi siciliani per numero di vaccinazioni. Stante la situazione, chiediamo all’Amministrazione comunale di rivedere il piano di eventi natalizi programmato, come peraltro stanno facendo in queste ore diversi comuni siciliani».

Effetto moltiplicatore

Come vi abbiamo già raccontato sono 220 gli eventi organizzati dal Comune di Messina per festeggiare il Natale 2021 nelle piazze di Messina, un numero di appuntamenti elevato che rischia – secondo Hyerace – di fare da moltiplicatore di contagi da Covid.

«Duecento eventi (di cui otto concerti in piazza) – continua la nota – concentrati in meno di un mese rischiano, a condizioni date, di avere un effetto moltiplicatore micidiale per l’aumento dei contagi, con tutte le conseguenze fortemente negative che ciò comporterebbe sia a livello sanitario che economico.

Eppure, l’aumento dei contagi nel periodo natalizio era stato abbondantemente previsto e avrebbe dovuto spingere l’Amministrazione ad un uso più ponderato e meno frenetico delle risorse a disposizione, destinate, peraltro, alla ripresa economica dei territori nel lungo termine e non per finanziare manifestazioni come quelle in programma, la cui ricaduta sull’indotto è del tutto discutibile e, comunque, da verificare scrupolosamente.

Del resto, se nessuna città d’Italia ha organizzato una tale concentrazione di eventi in questo delicato periodo un motivo ci sarà: non si tratta, certamente, di incapacità degli altri amministratori locali ma solo di maggiore (e condivisibile) prudenza e visione di questi ultimi. Si intervenga, pertanto, al più presto senza attendere oltre».

Cosa dicono i dati

I dati – aggiornati a martedì 14 dicembre – ci dicono che in Sicilia i nuovi casi di Covid-19 sono: 1.037, a fronte di 35.240 tamponi processati nell’Isola. La Sicilia resta al settimo posto per contagi. I positivi sono 16.906, con un aumento di 402 casi. I guariti sono 627 mentre le vittime sono 8 e portano il totale dei decessi a 7.295. Sul fronte ospedaliero sono 474 ricoverati, con 24 casi in più rispetto a ieri; in terapia intensiva sono 48, quattro in meno rispetto al giorno precedente. La provincia di Catania è quella che registra più nuovi contagi: 252, a Ragusa il numero più basso: 14.

(228)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.