Coronavirus Sicilia: San Fratello “zona rossa” fino al 21 gennaio

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Il Comune di San Fratello, in provincia di Messina, è stato dichiarato in zona rossa per contrastare la diffusione del coronavirus, «considerata – ha detto il sindaco Salvatore Sidoti Pinto – la gravità della situazione sanitaria al fine di salvaguardare la salute pubblica».

L’ordinanza – firmata dal governatore della Regione Nello Musumeci, d’intesa con l’assessore alla Salute Ruggero Razza –, è entrata in vigore lo scorso 7 gennaio e durerà fino al 21 gennaio 2021. Anche Capizzi nei giorni scorsi è stata dichiarata zona rossa, la misura sarà in vigore fino al 13 gennaio.

San Fratello in zona rossa

Con l’entrata in vigore della zona rossa, a San Fratello sarà vietato tra l’altro:

  • circolazione a piedi o con qualsiasi mezzo di trasporto pubblico o privato, salvo per comprovate esigenze lavorative o di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute
  • sospensione di tutte le attività scolastiche, di ogni ordine e grado
  • sospensione di ogni attività degli uffici pubblici, fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità
  • sospensione delle attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità
  • rimangono aperti edicole, tabaccai, farmacie e parafarmacie secondo gli orari di lavoro.

L’ordinanza completa qui.

Per chi arriva in Sicilia

Inoltre, prorogata, fino al 15 gennaio, l’ordinanza del 10 dicembre relativa alle misure di contenimento per i soggetti che fanno ingresso nel territorio della Regione, misure aggiuntive di distanziamento interpersonale e il coinvolgimento dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta nella gestione dei pazienti Covid-19 positivi o sospetti tali.

(297)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.