Coronavirus in Sicilia. Ultime dati dalla Regione: 35 tamponi positivi, 7 confermati

Immagine con i dati sul coronavirus in Sicilia, aggiornamento 7 marzoUltime notizie dalla Regione sul numero dei tamponi per sospetti casi di coronavirus prelevati in Sicilia: in totale sono stati analizzati 643 soggetti, di cui 598 negativi e 10 in attesa dei risultati.

Alle 12.00 di oggi, sabato 7 marzo, sono stati trasmessi all’Istituto superiore di sanità 35 campioni positivi al primo controllo, di cui sette già confermati da Roma (tre a Palermo e quattro a Catania).

Questo il quadro riepilogativo comunicato, in merito all’emergenza Coronavirus, così come comunicato dalla Regione Siciliana alla Unità di crisi nazionale: risultano ricoverati 8 pazienti (tre a Palermo, tre a Catania, uno a Messina, uno a Caltanissetta, ma proveniente da Agrigento) di cui nessuno in regime di terapia intensiva, mentre 27 sono in isolamento domiciliare.

Risulta guarito, dopo il test di conferma eseguito nelle scorse ore, un paziente del Ragusano, mentre dopo ulteriori approfondimenti il paziente ricoverato ieri ad Enna è risultato negativo e, pertanto, è stato dimesso.

«Tutti i contagi accertati in Sicilia – spiega la nota ufficiale – sono riconducibili al ceppo delle zone di focolaio del Nord Italia. Nello specifico 12 casi sono afferibili a un cluster proveniente dal Friuli Venezia Giulia».

Proseguono i controlli in tutta Italia, a Messina gli ultimi aggiornamenti riguardano il caso del militare di Sant’Agata di Militello, ricoverato a Barcellona Pozzo di Gotto, e un primo tampone positivo eseguito su un professore in pensione di Messina, ristretto ai domiciliari.

Per ulteriori approfondimenti sul COVID-19 è possibile consultare il sito dedicato. Chi sospetta di poter essere stato contagiato da coronavirus deve rivolgersi al proprio medico di base o chiamare il 1500, senza recarsi in ospedale. La Regione Siciliana ha messo a disposizione il numero verde 800 45 87 87 per rispondere alle richieste di informazioni dei cittadini.

È utile ricordare che la conferma dei casi positivi di contagio da Coronavirus avviene in due fasi: dopo il controllo – a mezzo di tampone – eseguito nei vari ospedali regionali, in caso di esito positivo, il campione viene trasmesso a Roma per essere ulteriormente analizzato dall’Istituto superiore di sanità. In Sicilia sono 7 i casi che hanno seguito questa trafila e sono stati confermati.

Per quel che riguarda, infine, le misure disposte dal governo nazionale per il contenimento del coronavirus in Italia, è necessario rifarsi al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte.

(684)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *