Coronavirus. Al Policlinico di Messina un’area dedicata ai casi sospetti

Foto dell'ospedale Policlinico di MessinaIl Policlinico “G. Martino” di Messina ha ideato un percorso dedicato esclusivamente ai pazienti che sospettano di avere il coronavirus, in maniera tale da evitare contatti ravvicinati con chi è al pronto soccorso, ma non solo.

Fermo restando che prima di recarsi al pronto soccorso di qualsiasi ospedale chiunque sospetti di aver contratto il coronavirus deve chiamare il numero verde 1500 – oppure, nel caso questo risulti irraggiungibile, il 112 –, una volta arrivati al Policlinico si dovrà seguire un percorso ben preciso indicato dalla segnaletica verticale e da quella orizzontale.

Nello specifico, il Policlinico “G. Martino” ha creato due percorsi: uno, tracciato da una striscia arancione, dedicato a chi sospetta di aver contratto la malattia (anche donne in gravidanza); l’altro, tracciato da una striscia blu, riservato a chi deve accompagnare in ospedale un bambino che si sospetta abbia contratto  il virus. Entrambi i percorsi portano a reparti dedicati e sono segnalati anche attraverso panelli informativi. Al fine di isolare i due percorsi è stata momentaneamente allestita una nuova sala d’attesa per il reparto di Anestesia e Rianimazione.

Già nei giorni scorsi il Policlinico “G. Martino” di Messina ha  creato un’apposita unità di lavoro per gestire tutte le incombenze legate a una possibile diffusione del coronavirus in città.

Si ricorda, infine, che oltre ai due numeri da contattare in caso di sospetto contagio, la Regione Siciliana ha messo a disposizione il numero verde 800458787.

(407)

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *