Autostradapalermomessina

Consorzio autostrade. Con Frisone e Scorza c’è un terzo dipendente sotto inchiesta. Che resta al lavoro

Pubblicato il alle

1' min di lettura

AutostradapalermomessinaC’è un terzo dipendente del Consorzio autostrade siciliane sotto indagine come Letterio Frisone e Filadelfio Scorza. Non è stato posto agli arresti, e per questo l’ente guidato da Rosario Faraci non ha previsto per l’impiegato provvedimenti disciplinari per l’operazione Tekno, che secondo l’accusa vedeva accordi a “tavolino” per gestire gli appalti del Cas. Frisone e Scorza sono stati invece sospesi dal servizio in attesa di ulteriori decisioni della magistratura che vedrà effetti anche sui provvedimenti della società pubblica. Il Consorzio ha revocato alla ditta agrigentina Eurotel Srl l’assegnazione della gara da 1.556.235 euro per la manutenzione e il ripristino degli impianti elettrici e di illuminazione degli svincoli e delle gallerie sulla Messina-Catania e Messina-Palermo. L’azienda risulta coinvolta nell’inchiesta Tekno che il 18 novembre, condotta dalla direzione investigativa antimafia e coordinata dalla procura, ha portato agli arresti sei imprenditori e due impiegati del Cas. @Acaffo 

(78)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.