Cisl Scuola: “Beffa per le supplenze del personale Ata”

Docenti scuolaIn questo mese di gennaio in tutte le scuole italiane
saranno pubblicate le graduatorie di istituto degli aspiranti a
supplenza su posti di personale ATA (collaboratori scolastici,
assistenti amministrativi, assistenti tecnici). In tutta Italia sono
state presentate circa 1.491.038 domande, 133.535 in Sicilia. Ma
l’immenso lavoro svolto dalle segreterie delle scuole per la
valutazione delle suddette domande, le energie profuse dalle
organizzazioni sindacali e dagli aspiranti per la compilazione e invio
domande sia cartacee che on-line non saranno servite a nulla se nella
legge di stabilità appena varata sarà confermato il divieto, dal 1
settembre 2015, di nominare supplenti di assistente tecnico e
assistente amministrativo in quelle scuole che abbiano una pianta
organica inferiore a tre assistenti considerato che ormai, dopo le
operazioni di dimensionamento, non ne esistono più e, altresì, di
nominare supplenti di personale appartenente al profilo di
collaboratore scolastico (ex bidelli), per i primi sette giorni di
assenza.
“Si è dimostrata ancora una volta la scarsa attenzione di cui gode
la scuola italiana – sostiene Carmelo Cardillo, segretario generale
della Cisl Scuola di Messina – A parole la scuola è sempre al centro
dei ragionamenti e delle strategie per lo sviluppo del paese, nei
fatti registriamo l’ennesima beffa soprattutto di mancata
programmazione se riferita allo sperpero di risorse in termini di
tempo, energie e denaro del milione e mezzo di persone che in quelle
istanze presentate hanno riposto la speranza di un lavoro”.

(62)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *