Cambiano le regole per attraversare lo Stretto di Messina: cosa dice la nuova ordinanza

Dai posti garantiti per i pendolari alla banca dati per la registrazione dei passeggeri: la nuova ordinanza del sindaco Cateno De Luca che disciplina gli attraversamenti sullo Stretto di Messina è online ma non sarà esecutiva se non tra qualche giorno. Il tempo di dare alle compagnie di trasporto e a chi deve viaggiare, per lavoro o necessità, la possibilità di adeguarsi.

La nuova ordinanza, la n.80 che revoca la precedente, era già stata annunciata qualche giorno fa e illustrata ieri dal primo cittadino. In poche parole, le compagnie di trasporto dovranno utilizzare una banca dati, messa a disposizione dal Comune di Messina, per consentire la registrazione dei passeggeri e dovranno garantire una riserva di posti per i “pendolari dello Stretto”.

Vediamo, nel dettaglio, cosa prevede l’ordinanza n.80 del sindaco di Messina che entrerà in vigore dalle 21.00 del 30 marzo 2020.

Cosa cambia per le compagnie di trasporto

L’ordinanza prevede che le società che gestiscono, i servizi di navigazione e trasporto passeggeri sullo Stretto di Messina e la Società Trenitalia, che gestisce il servizio di trasporto su ferro, debbano usare la banca dati messa a disposizione dal Comune di Messina per effettuare diverse operazioni:

  • la registrazione del passeggero;
  • l’acquisizione della dichiarazione delle motivazioni dello spostamento;
  • l’acquisizione della verifica della dichiarazione delle motivazioni dello spostamento da parte del Dipartimento di Protezione Civile di Messina;

L’emissione dei biglietti sarà condizionata al perfezionamento della procedura di prenotazione on-line, per come è definita dall’ordinanza.

Inoltre, le compagnie dovranno garantire una riserva di posti per i “pendolari dello Stretto”, ovvero per i passeggeri che rientrano nelle previsioni normative da soddisfare, “con particolare riferimento a tutti coloro che lavorano nell’area dello Stretto (Forze dell’Ordine, operatori della sanità, operatori della giustizia, Forze Armate) e sono impegnati nell’ambito dei servizi essenziali”.

Infine, le società dovranno garantire la diffusione delle informazioni circa le procedure di registrazione attraverso i siti internet e gli account social a loro disposizione, a partire dal 28 marzo 2020.

Cosa cambia per pendolari e altri passeggeri

Il Comune di Messina metterà a disposizione un’app o un portale attraverso cui pendolari e passeggeri potranno registrarsi nella banca dati, inserendo le informazioni riguardanti le motivazioni dello spostamento, entro e non oltre 24 ore prima dall’orario previsto di partenza. Come specificato dal sindaco Cateno De Luca nella diretta Facebook di ieri, per i lavoratori che devono transitare quotidianamente da una sponda all’altra dello Stretto, è prevista un’unica procedura di registrazione.

I pendolari dello Stretto avranno, inoltre, una riserva di posti garantita.

Altre disposizioni

Il Dipartimento di Protezione Civile del Comune di Messina dovrà provvedere a contattare i sindaci dei comuni della destinazione di arrivo, una volta acquisite dalla banca dati le informazioni di cui ai punti precedenti.

Sanzioni

La mancata osservanza degli obblighi di cui alla presente Ordinanza comporta le conseguenze sanzionatorie previste dall’art. 650 del Codice penale, se il fatto non costituisce reato più grave. La presente Ordinanza ha validità fino a nuovo provvedimento.

(3203)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *