Posto vacante all’Atm. Il direttore amministrativo Garufi si è dimesso

autobus notturnoPer il nuovo direttore amministrativo l’Atm sceglie due strade: la prima la mobilità tra dipendenti di amministrazioni pubbliche e in caso negativo il concorso pubblico aperto a chi è in possesso dei requisiti richiesti. Entrambe le procedure di selezione sono state pubblicate e c’è tempo per la presentazione delle domande sino al 28 gennaio. 

Ferdinando Garufi, ultimo direttore amministrativo in via La Farina, ha rassegnato le dimissioni il primo gennaio scorso. Per l’azienda trasporti è necessaria e indispensabile la figura professionale e come descritto nel bando in questo momento, negli uffici Atm, non è presente un dirigente che possa ricoprire l’incarico. Secondo la vigente normativa- si legge nell’atto – “Si rende necessario avviare preliminarmente all’indizione del relativo concorso pubblico una procedura di selezione per mobilità esterna a titoli e colloquio riservato al personale appartenente ad altre amministrazioni pubbliche per la copertura del posto di direttore amministrativo con contratto a tempo determinato”. L’Atm segnala come opportuno predisporre l’espletamento del concorso pubblico per titoli e colloquio in concomitanza con l’espletamento della procedura di mobilità per l’urgente esigenza di procedere alla copertura della figura professionale vacante dopo l’esito della selezione per mobilità esterna secondo gli articoli 34 bis e 30 del decreto legislativo 165 del 2001. @Acaffo 

(69)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *