presentazione del marchio covid free zone per le imprese di messina

Arriva il marchio “Covid-free zone” per le imprese “vaccinate” di Messina: come funziona

Pubblicato il alle

4' min di lettura

Un marchio “Covid free zone” per le imprese di Messina attive nei settori della ristorazione, dei trasporti, dell’ospitalità e dei servizi in cui tutto il personale sia vaccinato contro il coronavirus: è questa l’ultima iniziativa presentata oggi, mercoledì 29 settembre, dal Commissario per l’Emergenza, Alberto Firenze e dal presidente della Camera di Commercio, Ivo Blandina.

L’obiettivo è quello di rendere più sicuri i luoghi di lavoro, sia per i dipendenti che per i clienti e raggiungere il target del 75% di vaccinazioni individuato dal Commissario nazionale, Francesco Paolo Figliuolo entro il 15 ottobre. Data, questa, che da un lato coincide con l’entrata in vigore dell’obbligo del green pass per i lavoratori, dall’altro con la valutazione da parte della Regione del raggiungimento dell’obiettivo fissato da Roma (e l’eventuale collocazione dei territori in zone di rischio differenti).

Ad introdurre l’iniziativa è stato il Commissario per l’Emergenza, Alberto Firenze: «Abbiamo compreso bene in questi mesi che per combattere la pandemia non solo bisogna aderire alla campagna vaccinale, che abbiamo spinto il più possibile e siamo già partiti con le terze dosi, ma anche abituarci a convivere con il possibile rischio di diventare positivi e contagiare senza saperlo familiari, parenti, colleghi, amici o persone incontrate per caso nella vita di tutti i giorni. Per evitare ciò offriamo da oggi la possibilità di ottenere questo marchio rispettando alcuni stringenti parametri (vaccini, tamponi, rispetto di norme igieniche, ecc.) potendolo esibire nei luoghi pubblici o privati con orgoglio e consapevolezza di fare una cosa giusta per sé e per la comunità».

Soddisfatto dell’iniziativa, il presidente della Camera di Commercio, Ivo Blandina: «Per uscire dalla pandemia – ha sottolineato – occorre raggiungere percentuali di vaccinazioni che proteggano la popolazione e consentano alle imprese di continuare a lavorare. Siamo assolutamente convinti che bisogna supportare le azioni messe in campo dal Commissario. L’obiettivo è uno solo, uscire dalla pandemia, mettere al riparo le persone dalla malattia. Ci fidiamo ciecamente, non abbiamo altri riferimenti se non la scienza e le istituzioni, rigettiamo le fake news diffuse e alimentate dai social».

Anche per la consigliera camerale Flora Mondello, presente alla presentazione, il vaccino è l’unica strada per uscire dalla pandemia covid-19: «L’impresa – ha evidenziato – ha una responsabilità civile all’interno del territorio, è punto di riferimento per le famiglie che le ruotano attorno e per i cittadini che usufruiscono dei servizi offerti. Vogliamo che questo messaggio di responsabilità possa permeare in tutte le aziende. Il vaccino è l’unico strumento che abbiamo per combattere la pandemia e tornare alla normalità».

Come ottenere il marchio “Covid-free zone” a Messina

Le imprese di Messina attive nei settori della ristorazione, dei trasporti, dell’ospitalità e dei servizi potranno richiedere gratuitamente il marchio “Covid-free zone” registrandosi sul portale realizzato ad hoc, a breve disponibile a questo link. Una volta effettuato l’accesso sarà possibile compilare un questionario riportando tutte le informazioni utili alla verifica delle vaccinazioni del personale e alla pubblicazione di una scheda informativa che verrà poi pubblicata sulla piattaforma.

A valutare la richiesta di accreditamento sarà il personale dell’Ufficio per l’Emergenza Covid-19 di Messina, che si occuperà di eseguire un controllo sul portale delle vaccinazioni per tutti i soggetti indicati. Per il rispetto della normativa sulla privacy, non verrà fornita alcuna indicazione sullo stato vaccinale del singolo dipendente, ma sarà unicamente fornita informazione riguardo l’acquisizione del marchio. L’ottenimento del riconoscimento non sarà legato solo alle vaccinazioni, ma in generale al rispetto delle norme anti-covid.

Le aziende che aderiscono all’iniziativa avranno inoltre la possibilità di aderire ad un servizio di screening con tampone per i soggetti vaccinati.

Il regolamento completo è disponibile a questo link.

(208)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.