Messinambiente

A Messinambiente concessi altri tre mesi di proroga

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Messinambiente protesta1Ancora tre mesi di proroga a Messinambiente per i servizi di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti oltre alla gestione delle discariche dismesse di Tripi, Vallone Guidari, Valdina e Portella Arena. Così ha deciso il sindaco Accorinti per la società in liquidazione e che nei prossimi mesi dovrebbe essere sostituita dall’Aro e dalla Somer. Già prorogato dalla Regione sino al 15 gennaio lo smaltimento dei solidi urbani a Motta Sant’Anastasia per il Comune capoluogo il primo cittadino ha siglato gli atti che in caso contrario, da ieri, avrebbero provocato un vuoto amministrativo nell’esecuzione dei servizi di Igiene. La proroga alla Messinambiente si è resa necessaria visto che il Piano di Intervento con la creazione dell’Aro, Area rifiuti ottimale, redatto dagli uffici del dipartimento Ambiente e Sanità di Palazzo Zanca non è stato ancora approvato dall’assessorato regionale e dal Consiglio comunale come la costituzione di un nuovo soggetto giuridico (la Somer) a cui affidare le attività.  Messinambiente proseguirà fino al 31 marzo prossimo lo spazzamento, la raccolta e il trasporto dei rifiuti solidi urbani insieme alla gestione postoperativa delle discariche utilizzate negli anni passati dal capoluogo. Sulla Messinambiente nei giorni scorsi i consiglieri di Pd e Felice per Messina Paolo David e Giuseppe Santalco avevano richiesto conto all’amministrazione sui dubbi di natura giuridica e contabile dei prossimi passaggi da Messinambiente all’Aro e da questa alla Somer. Il consigliere del Megafono Angelo Burrascano, invece, si era lamentato delle mancate risposte della giunta a una sua interrogazione del 9 settembre. @Acaffo 

(73)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.