Al via le richieste per la Messina Family Card. Ecco come presentare domanda

Da oggi è possibile presentare domanda per ricevere la Messina Family Card, il buono spesa creato per sostenere le famiglie in difficoltà durante l’emergenza coronavirus. Una manovra da oltre 39 milioni di euro che vanno a costituire un vero e proprio Fondo Emergenza Covid-19.

Rispetto alle prime informazioni rese note all’inizio della scorsa settimana, sono state effettuate alcune modifiche. Il valore dei buoni spesa per nucleo familiare è stato modificato e adesso il contributo oscillerà tra i 300 e gli 800 euro mensili (non più 700). Al momento della compilazione della domanda, inoltre, non verrà chiesto di dimostrare la presenza di Depositi Bancari e postali, come era stato annunciato.

Vediamo nel dettaglio chi può fare richiesta, come funziona e come presentare domanda per la Messina Family Card

Chi può presentare domanda

La “Messina Family Card” può essere richiesta soltanto dai residenti nel Comune di Messina alla data del 29/02/2020.

Le condizioni di accesso ai buoni spesa sono:

  • non percepire alcun reddito da lavoro, né da rendite finanziarie o proventi monetari a carattere continuativo di alcun genere;
  • non essere destinatario di alcuna forma di sostegno pubblico, a qualsiasi titolo e comunque denominata (indicativamente: Reddito di Cittadinanza, REI, Naspi, Indennità di mobilità, CIG, pensione, ecc.);
  • essere destinatario a valere su precedenti forme di sostegno pubblico, a qualsiasi titolo e comunque denominato, (indicativamente: Reddito di Cittadinanza, REI, Naspi, Indennità di mobilità, CIG, pensione, indennità Covid-19 erogata dall’INPS ai sensi del D.L. n.18 del 17/03/2020, ecc.) ed altre forme di sostegno previste a livello locale o regionale, ovvero di buoni spesa/voucher erogati ad altro titolo per emergenza COVID-19, per un importo pari a € ____________;

Buoni spesa da 300 a 800 euro al mese

Il valore del buono spesa Messina Family Card è erogato per la durata dell’emergenza sanitaria ed è calcolato in base al numero dei componenti del nucleo familiare come di seguito riportato:

  • 300,00 € per un nucleo composto da una sola persona;
  • 400,00 € per un nucleo composto da due persone;
  • 600,00 € per un nucleo composto da tre persone;
  • 700,00 € per un nucleo composto da quattro persone;
  • 800,00 € per un nucleo composto da cinque o più persone.

La somma potrà essere spesa nelle 4 settimane successive all’erogazione del buono. È previsto un limite minimo di spesa di 20 euro. Nel caso di acquisti di farmaci e sanitari il limite minimo non sarà applicato.


ESEMPIO

Per comprendere a pieno il funzionamento dei buoni spesa, l’Assessore Calafiore ha fatto degli esempi concreti. «Se il mio nucleo familiare è composto da 3 persone e non ho nessun reddito, riceverò un buono di 600 euro e potrò spendere 150 euro a settimana per 4 settimane. Se, invece, il mio nucleo familiare è composto da 5 o più persone e nessuno percepisce reddito, verrà assegnato un buono di 800 euro, spendibili 200 euro a settimana».

Se, invece, un nucleo familiare è composto da 3 persone e nella compilazione della domanda viene dichiarato un reddito percepito di 200 euro, il buono che verrà erogato sarà pari alla differenza della somma massima concessa per quella tipologia di nucleo familiare meno il reddito percepito, ovvero: 600 – 200 = 400 euro


Cosa acquistare e dove con la Messina Family Card

I buoni spesa possono essere utilizzati solo per l’acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità. Sono esclusi bevande alcoliche e cosmetici. Per l’elenco completo di cosa è possibile acquistare e cosa no basta cliccare QUI.

La Messina Family Card potrà essere utilizzata soltanto dal titolare del buono spesa negli esercizi commerciali indicati nell’elenco pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Messina, che espongono il logo identificativo della misura, ricadenti, esclusivamente, nel territorio della propria circoscrizione.

I titolari del buono spesa, in caso di malattia, quarantena o decorso post ospedaliero, potranno delegare un familiare, in forma scritta, con documento del delegante e del delegato, da esibire al momento del ritiro.

Come presentare la domanda per la Messina Family Card

Per richiedere la Messina Family Card è necessario compilare un’apposita domanda che deve essere redatta esclusivamente online, collegandosi al sito familycard.comune.messina.it. (l’Amministrazione specifica che il portale sarà attivo dalle ore 8:30 di venerdì 10 aprile, ndr). L’istanza deve essere compilata in ogni sua parte, debitamente sottoscritta e corredata dalla copia del documento di identità del dichiarante in corso di validità. Sulla piattaforma sarà disponibile un tutorial che guida alla compilazione della domanda.

Saranno escluse le istanze dei nuclei familiari le cui forme di sostegno pubblico, a qualsiasi titolo e comunque denominato, ovvero i buoni spesa erogati ad altro titolo per l’emergenza Covid-19, superano i parametri economici sopra indicati.


ESEMPIO

Se il mio nucleo familiare è composto da 4 persone, potrò ricevere un buono spesa del valore massimo di 700 euro. Se il mio nucleo familiare, però, percepisce già un sostegno pari o superiore a 700 euro, la mia domanda sarà esclusa. 


Chiunque dovesse avere bisogno di supporti informatici per accedere al sito e per la formalizzazione della richiesta, potrà recarsi presso una sede di Circoscrizione, preferibilmente quella di appartenenza, previa verifica con le stesse di avvio del servizio.

Per i cittadini privi di strumenti informatici e che, per impedimento fisico, non possono recarsi in una sede di Circoscrizione, l’Azienda Speciale Messina Social City metterà a disposizione proprio personale di supporto, che si recherà direttamente al domicilio del richiedente. Basterà fissare un appuntamento chiamando i numeri: 3200459542 oppure 388 1039638 o, ancora, 324 9076991,

Le domande saranno esaminate secondo l’ordine cronologico di arrivo. Il contributo sarà destinato, prioritariamente, ai nuclei familiari che non percepiscono alcuna forma di reddito o alcuna altra forma di assistenza economica da parte dello Stato, compresi ammortizzatori sociali e reddito di cittadinanza.

 

 

 

(8651)

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *