Elezioni Messina, Salvatore Totaro presenta il progetto per un “Acquarium Somnium”

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Un “Acquarium Somnium” nell’area dell’ex Fiera di Messina con un rifugio per delfini, spazi dedicati agli artisti, un albergo, un museo, un tunnel panoramico: questo il progetto presentato ieri dal candidato sindaco di FTL (Futuro, Trasparenza e Libertà), Salvatore Totaro, in vista delle ormai prossime elezioni amministrative del 12 giugno 2022. Ad illustrare il progetto insieme all’aspirante primo cittadino, i gemelli Daniele e Umberto Vita, attori e doppiatori messinesi, noti per il loro lavoro in Rai.

Il progetto dell’acquario illustrato dal candidato sindaco Salvatore Totaro è stato ideato dal Consorzio Messina World Great Marine, associato al Cisvam (Centro internazionale di studio per la valorizzazione dell’ambiente e del mare) presieduto dall’imprenditrice Ester Miano, con la collaborazione dell’architetto israeliano Mor Temor. «Non si capisce – ha commentato il candidato – perché si creino tante difficoltà alla realizzazione di questo lavoro, considerato che sarebbe già coperto finanziariamente da privati e cofinanziato con fondi europei. La sua realizzazione cambierebbe totalmente il destino di Messina perché sarebbe un polo attrattivo a livello internazionale, portando anche tanti posti di lavoro».

Ma perché la presenza dei gemelli Vita? Perché, è stato spiegato ieri, i due hanno seguito lo sviluppo del progetto, che prevede ampi spazi dedicati agli artisti, ai turisti e ai bambini, un albergo avveniristico, un acquario con tunnel panoramico, un museo e un rifugio per delfini. In particolare, Daniele si è occupato del rifugio e svolgerebbe il ruolo di curatore e responsabile del parco, dell’acquario e del cast artistico, gestendo quindi le attività riguardanti la salvaguardia dell’ambiente e la valorizzazione del territorio; Umberto svolgerebbe le funzioni di Service Coordinator, e si occuperebbe delle attività di intrattenimento all’interno della struttura. Sarebbe anche Art Creative director e quindi responsabile dell’immagine del parco. L’obiettivo è, tra le altre cose, dare occupazione soprattutto ai giovani. 

(93)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.