Tagli uffici postali. Non chiuderanno ad aprile

poste“Grazie al lavoro congiunto dell’Anci e delle Regioni è stato sospeso il processo di riorganizzazione degli uffici postali, che avrebbe previsto la chiusura nelle realtà più piccole”, lo ha riferito il delegato Anci ai piccoli Comuni, Massimo Castelli, aggiungendo che “quindi la chiusura dei piccoli uffici delle Poste non avverrà a partire dal prossimo 13 aprile”.

“Il processo di riorganizzazione – ha spiegato l’esponente Anci – non è stato condiviso dai territori, a fronte di ciò dobbiamo quindi continuare a presidiare questo tema perché vanno rimosse le motivazioni di Poste Italiane, elaborate a volte con parametri discutibili. Il piano deve aderire alle necessità dei territori in un contesto di garanzia dell’erogazione dei servizi”.

“A partire da questo presupposto – ha aggiunto Massimo Castelli – da parte di Anci c’è piena disponibilità a lavorare con Poste Italiane e auspichiamo che vengano superati tutti i problemi non ancora superati, ma è importante continuare ad insistere sul fatto che gli uffici postali sono un presidio ancora fondamentale per garantire pari opportunità a chi vive nei piccoli Comuni. Tra l’altro la sentenza del Consiglio di Stato che ha dato di fatto ragione ai Comuni ha intimato – ha sottolineato da ultimo l’esponente Anci – di mantenere inalterato per il momento il presidio, quindi il rinvio di due mesi potrà dare più spazio alla concertazione tra le parti”.

(Fonte Ansa)

(131)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *