Servizi sociali, arriva l’ennesima proroga

servizi sociali aula consiliareI venti di rivoluzione e cambiamento possono aspettare, meglio affidarsi al caro vecchio sistema delle proroghe, perchè in fin dei conti i servizi sociali non possono fermarsi.

Ancora non ci sono le condizioni per poter cambiare rotta, il Bilancio Previsionale 2016 dev’essere ancora approvato dal consiglio comunale, quindi è assolutamente impossibile fare dei nuovi bandi ed espletare nuove gare, procedimento che richiede mesi. Sui servizi sociali si continua a navigare a vista, l’amministrazione comunale il 28 ottobre scorso, ha dato il via all’ennesima proroga, l’undicesima, per tutti i servizi che dunque potranno continuare ad andare avanti, almeno fino al prossimo 30 novembre.

Dall’assistenza agli anziani, al trasporto dei ragazzi disabili nelle scuole passando per i Centri di Aggregazione Giovanile, tutti resteranno attaccati al respiratore automatico della proroga, anche se lo scenario non sembra convincere proprio nessuno, dai sindacati ai lavoratori.

I soldi in cassa sono inferiori rispetto al recente passato, l’amministrazione stessa ha optato per una diminuzione delle ore, ma per le prossime settimane a coprire i servizi saranno le stesse cooperative sempre agli stessi costi, con la prospettiva che i fondi finiscano prima con tutte le ovvie conseguenze.

Una situazione d’emergenza che però è diventata prassi, perchè il panorama non è molto diverso rispetto a dodici mesi fa. Anche allora si era in attesa dell’approvazione del bilancio 2015, così l’amministrazione optò per una maxi-proroga che servì a non far sospendere i servizi: nulla di nuovo insomma.

Sotto il profilo politico, molto presto i cori di protesta torneranno a farsi sentire dalle parti di Palazzo Zanca, l’assessore al bilancio Luca Eller continua a mostrare calma e sicurezza, ma i sindacati rimangono ancorati sulla necessità di non diminuire le ore di lavoro. La strada verso il cambiamento dei servizi sociali sembra davvero in salita.

(163)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *