Romano (PDS-MPA): «Giampilieri necessita di ulteriori opere di messa in sicurezza»

Romano 2L’Onorevole Fortunato Romano (PDS-MPA) ricorda, in questo giorno che potremmo definire della memoria, gli accadimenti di Giampilieri. Già assessore alla Protezione Civile al Comune di Messina, Romano richiama alla mente quei tragici momenti: «Una città avvolta dal dramma che ha saputo comunque esprimere solidarietà e vicinanza ― emotiva e operativa ― agli abitanti di Giampilieri e delle altre zone colpite dall’alluvione». Nonostante l’impegno profuso dalla Regione Siciliana che ha stanziato, di tasca propria, 200 milioni di euro per mettere in sicurezza la località, ancora molto rimane incompiuto. «Nella mia esperienza amministrativa – prosegue Romano – ho voluto spronare la politica distratta ad affrontare un tema come il dissesto, che certamente non crea “consensi” ma che è responsabilità dalla quale non si può prescindere, per le ricadute e il legame con la tutela dell’ambiente e della sicurezza comune. Ritornare in quei posti non diventa solo un momento celebrativo, ma occasione preziosa per ascoltare la gente che con idee e bisogni contribuisce alla rinascita di quei luoghi». Il suo pensiero si rivolge a quei cittadini che attendono ancora che la rinascita sia completa e che la vita possa riprendere il suo normale corso, senza dover costantemente temere per la propria sicurezza. «Compito della politica sarà quello di valutare le proposte, come la realizzazione di vie di fuga adeguate per un territorio particolare e la possibilità di concordare con il CAS la progettazione di uno svincolo e la messa in opera di un canale fugatore, che l’esperienza ci insegna sarebbe stato vitale per lo sfogo delle colate di acqua e fango di quelle ore».

(39)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *