Renzi a Messina: trasporti, immigrazione e lavoro le priorità per la Sicilia

Foto di Matteo Renzi del convengo PD a Messina per le elezioni politiche 2018Un Vittorio Emanuele gremito di gente ha accolto l’arrivo di Matteo Renzi a Messina. Il leader del PD, in giro per l’Italia in vista delle elezioni politiche del 4 marzo, ha scelto anche la città dello Stretto tra le tappe del suo viaggio lungo lo Stivale. «Sono giorni decisi per le sorti del nostro paese. Nonostante i sondaggi, infatti, sappiamo che tutto si decide in questi ultimi 15 giorni prima del voto».  Non c’è più tempo da perdere, quindi, secondo Renzi che attacca a muso duro i suoi avversari politici.

«La destra – ha affermato Renzi – non è più guidata da Berlusconi, ma da Salvini e non riesco a credere che in Sicilia ci sia qualcuno convinto di votare un uomo che per anni ha indossato una maglietta con lo slogan “Prima il Nord”. L’Italia è una e i politici devono rappresentarla tutta, devono rappresentare tutti gli italiani». Non sono mancato, poi, le frecciatine al Movimento 5 Stelle, secondo Renzi il vero avversario contro cui sta lottando il PD in queste elezioni 2018. «Per anni hanno portato avanti la storia dei rimborsi e cosa fanno poi? Cadono proprio su un bonifico».

Immancabile l’in bocca al lupo a Pietro Navarra, con il quale Renzi a Messina ha siglato nel 2016 il “Patto per Messina”. E dei problemi di Messina e della Sicilia si è parlato in modo dettagliato. Tre, soprattutto, le tematiche affrontate: trasporti, immigrazione e lavoro.

Trasporti. «Io vivo in città, Firenze, in cui ogni 15 minuti c’è un treno ad alta velocità che mi consente di spostarmi e raggiungere le altre città. Non è ammissibile che nel 2018 in Sicilia ci siano ancora cittadini che impiegano ore per spostarsi da un posto all’altro».

Immigrazione. «L’Italia è un paese che sta vivendo in prima persona le difficoltà legate agli sbarchi dei migranti, ma è la Sicilia la vera protagonista di questa vicenda. Siete stati voi siciliani a salvare dal in questi anni migliaia disperate. E’ necessario, però, riuscire a limitare le partenze dai paesi africani ed una migliore gestione della questione a livello europeo. Non possiamo essere lasciati soli».

Lavoro. «Sappiamo tutti che ogni anno, tanti giovani lasciano il nostro paese per cercare lavoro all’estero. Il vero problema, però, è che la maggior parte di questi giovani è originaria del Sud Italia. Nei prossimi anni, però, ci saranno 400mila nuovi posti di lavoro nel settore pubblico e 10mila nuove assunzioni nei Carabinieri e nella Polizia».

«Queste sono le nostre proposte – ha concluso Renzi – le cose che materialmente vogliamo fare per il nostro paese nei prossimi 5 anni, se ce ne darete la possibilità».

(222)

1 Commento

  • Ser scrive:

    Ottimo slogan x la Sicilia, ma la vita e la passione politica ci è parsa…a molti di averla persa al dì la delle diverse ideologie…o simil tali x alcuni,nei piani alti di Roma e de Milan, trq Renzi sopravvive sempre il Sud anche senza le risapute…diversità del Nord. Buona fortuna !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *