Le strategie di Grande Sud: Tariffe agevolate a residenti per attraversare lo Stretto, carta carburanti e…

grande sudL’on. Bernardette Grasso ha riunito il Coordinamento provinciale del Grande Sud di Messina per definire le strategia del Partito in relazione al Comune capoluogo ed agli altri centri della provincia interessati al voto del 9 e 10 giugno.
“E’ nostra intenzione – ha detto l’on. Grasso, riferendosi in particolare alla Città di Messina – sostenere con tutta la nostra forza la campagna elettorale dell’on. Vincenzo Garofalo a cui vogliamo dare un contributo non solo in termini quantitativi, facendo affluire sulle sue liste i voti di tutti i nostri amici, ma anche in termini qualitativi, fornendo idee e progetti fruibili oltre il ristretto arco temporale della campagna elettorale. Messina per noi di Grande Sud è una Città strategica ai fini del rilancio del nostro Movimento – ha aggiunto l’on. Grasso – la metteremo al centro delle nostre attività iniziando con un Convegno che terremo a fine mese nel corso del quale vorrò lanciare due proposte che mi stanno particolarmente a cuore e che saranno oggetto anche di iniziative parlamentari: le tariffe agevolate ai residenti per l’attraversamento dello Stretto, per rispettare il principio della continuità territoriale, da richiedere a traghettatori pubblici e privati e la carta carburanti a favore di tutti i cittadini siciliani in quanto nella nostra Regione si produce il 30% dell’intero fatturato nazionale. Ma parleremo anche di altro, del problema della pesca in Sicilia, suggerito dal nostro esperto Dante Epifani, della cultura, che parte dal rilancio dell’Ateneo di Messina e di tante altre cose concrete che interessano i cittadini”. All’incontro hanno partecipato anche il dr. Sebastiano Tamà, consigliere comunale uscente di Grande Sud che si ripresenta insieme ad Helga Corrao, per utilizzare le nuove opportunità previste dalla nuova legge elettorale che prevede il voto di genere, nella lista SiAmo Messina, collegata con Vincenzo Garofalo Sindaco e 15 candidati ai quartieri.

(56)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *