Integrazione e continuità territoriale. La prima volta di Accorinti all’Ars

accorinti bluIl sindaco Renato Accorinti fa tappa all’Ars per discutere alla seduta della Commissione Affari Istituzionali, con i primi cittadini di Palermo e Catania, della riforma che porterà alla nascita delle Città Metropolitane, che vede coinvolta anche Messina. La sua prima volta all’Assemblea  Regionale Siciliana, in veste ufficiale, lo ha visto porre l’accento sull’integrazione, ha infatti lanciato la sua proposta: offrire la cittadinanza messinese al Dalai Lama, come messaggio di condivisione, scambio e vicinanza tra diverse culture. Un concetto, questo, che gli è sempre stato molto a cuore. La stessa idea di integrazione muove il sindaco in merito alla formazione della Città metropolitana Messina-Reggio Calabria. Accorinti ha infatti dichiarato di sentirsi cittadino dello Stretto e di volersi  impegnare a garantire una continuità territoriale e culturale tra le due sponde. E se come recita un vecchio detto, “l’unione fa la forza”, coltivare l’integrazione, vicina e lontana, potrebbe essere una carta vincente. Intanto, il sindaco non si smentisce e fedele alla sua linea si è presentato all’Ars, luogo in cui vige un certo rigore nei riguardi dell’abbigliamento da indossare, con la classica maglietta nera “Free Tibet”, jeans e scarpe da ginnastica.   

(50)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *