“Indietro non si torna”: convegno sulla mobilità. Obiettivi e progetti

indietro non si torna locandina“Confronto su trasporti e mobilità sostenibile per una città che si muove”
Questo il titolo del convegno organizzato dall’associazione Indietrononsitorna, sabato 29 novembre, al salone dell’Istituto Cristo Re, con inizio alle ore 9.30. Interverranno il sindaco Renato Accorinti, l’assessore alla viabilità Gaetano Cacciola, il direttore generale dell’Atm Giovanni Foti.

A distanza di un anno e mezzo dall’insediamento della Giunta Accorinti, l’associazione “Indietrononsitorna” promuove un momento di confronto e riflessione sull’attuale condizione della mobilità cittadina e sulle prospettive future. L’occasione sarà il convegno “Una città che si muove”, organizzato per sabato 29 novembre presso il salone dell’istituto Cristo Re, con inizio alle 9.30.
Ad aprire i lavori, il presidente di “Indietrononsitorna”, Rosario D’Anna. A seguire, l’assessore alla mobilità, Gaetano Cacciola, presenterà un quadro dettagliato sugli obiettivi raggiunti e sui progetti in cantiere. Il direttore generale dell’Atm, Giovanni Foti, invece, numeri e cifre alla mano, fornirà l’esatta fotografia della situazione in cui si trova oggi l’azienda di via La Farina, mettendo in luce i principali traguardi ottenuti e le prossime iniziative. Le conclusioni saranno affidate al sindaco, Renato Accorinti.
Per l’associazione «la scelta di affrontare il tema della mobilità cittadina, è legato alla precisa volontà di dimostrare come, nel momento in cui si lavora in sinergia e collaborazione, le soluzioni possono essere individuate e condivise. La gestione dell’Atm, da tutti fino ad oggi considerata un carrozzone senza speranze, ne è la conferma».
Nel corso del convegno i “protagonisti” risponderanno alle domande, alle curiosità e alle segnalazioni che i cittadini potranno inviare all’indirizzo mail indietronstpress@libero.it
Durante il convegno verrà presentata anche la campagna “Sosta consapevole”, promossa dall’associazione “Indietrononsitorna”.

(52)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *