I Pendolari: “Calabrò non parla con noi”

felice calabròPendolari dello Stretto e Lega delle autonomie locali si schierano contro Felice Calabrò. O meglio avrebbero voluto essere di dialogo sui programmi del centrosinistra a sostegno del capogruppo del Pd ma a quanto pare è arrivata una porta in faccia a Pietro Interdonato, Saro Ansaldo Patti e Mimmo Caia. Questo il comunicato emesso da Pendolari e Lega delle Autonomie: 

“Abbiamo deciso di mantenere la nostra autonomia politica e di giudizio  non  avanzando  nomi  di candidati alle prossime Amministrative che fossero espressioni  delle nostre Associazioni o che ad esse potessero essere richiamati.

Il nostro quadro di riferimento è stato e continua ad essere il centro-sinistra  che abbia in programma discontinuità e riforme strutturali ,anche se i recenti accadimenti politici ci dicono che la sua ricostruzione è un problema di lunga lena e di difficile soluzione.

Siamo stati,e siamo, disponibili a discutere dei problemi della nostra Città  con chiunque ritenga che le nostre Associazioni

possano dare contributi per soluzioni reali.

Alla  variegata coalizione Messinese del Centro-Sinistra,alle cui riunioni siamo stati chiamati a partecipare,abbiamo tentato-senza successo-di porre l’esigenza di superare le “Primarie” con un nome di riconosciuto prestigio che potesse essere da tutti condiviso.

Abbiamo tuttavia fornito contributi programmatici cosi come abbiamo fatto,in modo specifico,nei confronti del Candidato a Sindaco Felice Calabrò,pur non ottenendo risposte positive o negative che fossero.

Lontani da populismi e dai radicalismi di principio e di contenuti

Siamo convinti che questa nostra città debba essere amministrata,senza confusioni di ruoli,da persone competenti che antepongono gli interessi collettivi a quelli privati.

Nei prossimi giorni cercheremo di far conoscere alla città ed a tutti coloro che vorranno intervenire,compresi i Candidati a Sindaco,le nostre principali idee su alcuni punti che affliggono la nostra Comunità”.

 

(44)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *