Emergenza Tangenziale: manto stradale danneggiato e scarsa illuminazione. Richiesti interventi

tangenziale-300x224Il consigliere comunale Claudio Cardile e i consiglieri di quartiere Antonino Trino, Antonino Sciutteri e Salvatore Sentimentale, in considerata l’assenza di manutenzione della sede stradale e di illuminazione sulla tangenziale di Messina, esortano il presidente del Consorzio Autostrade Siciliane, Rosario Faraci, a intervenire urgentemente.

Le principali criticità evidenziate dai quattro consiglieri sono:

«Nel tratto che va dallo svincolo di Tremestieri al viadotto Zafferia, le radici dei pini situati nello spazio tra le carreggiate hanno da tempo invaso la sede stradale, coinvolgendo la parte sinistra della corsia di sorpasso e creando numerosi pericolosissimi dossi che, pur con il limite di velocità imposto in tangenziale, costituiscono un serio pericolo;

analoga situazione — chiariscono — è presente nella parte sinistra della corsia di sorpasso, stessa direzione,  prima dell’ingresso nella Galleria San Giovanni, e nella rampa in uscita dello svincolo Messina Gazzi (in provenienza da Tremestieri): in quest’ultimo caso è praticamente impossibile scansare i dossi, in quanto situati nella parte destra della sede stradale per un ampio tratto;

nel tratto che va dai caselli di Messina Sud allo svincolo di Tremestieri, gli oleandri situati nell’aiuola tra le carreggiate invadono pericolosamente la parte sinistra della corsia di sorpasso;

le rampe di accesso e di uscita degli svincoli di Messina Gazzi e Messina Centro sono ormai da tempo prive di illuminazione, nonostante siano presenti pericolosi curvoni sede di frequenti incidenti: la situazione per lo svincolo di Messina Gazzi è aggravata dal fatto che nelle rampe di entrata ed uscita (per tutte le direzioni) il manto stradale è stracolmo di buche che portano gli utenti ad effettuare azzardate manovre per poterle scansare. Le piogge copiose di questi giorni non facilitano la situazione, anzi aumentano le insidie, dal momento che camuffano le buche stesse;

la rampa d’accesso allo svincolo Messina Gazzi in direzione Catania, in prossimità dell’ingresso in tangenziale e in corrispondenza di un pericolosissimo curvone, quando piove si trasforma in una vera e propria piscina con i problemi che evidentemente ciò comporta, specie in un tratto in curva. Peraltro il manto stradale è tappezzato di buche;

la rampa d’ingresso allo svincolo di Tremestieri in direzione Messina presenta un manto stradale del tutto dissestato;

molti dei cartelli direzionali catarifrangenti (recentemente collocati) sono stati spostati o piegati dal vento, indice di lavori sicuramente eseguiti non al meglio;

alcuni pali dell’illuminazione lungo la tangenziale (tratto Tremestieri-Zafferia) sono spenti e pericolosamente piegati».

«Anche un passante si accorgerebbe delle condizioni del manto stradale — concludono i quattro consiglieri —, non si riesce a comprendere, stante il perdurare di questa situazione da mesi, come i responsabili del Cas non abbiano ancora preso i dovuti provvedimenti per rimettere in sicurezza la tangenziale e le rampe di ingresso e di uscita».

(41)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *