Cateno De Luca denuncia magistrati, avvocati e Guardia di Finanza

Foto di Cateno De LucaNon è sfuggito nessuno alla denuncia di Cateno De Luca, presentata questa mattina, 12 dicembre, alla Procura della Repubblica di Reggio Calabria.

Magistrati, avvocati, persino i militari della Guardia di Finanza sono presenti nella querela fatta dal deputato di Sicilia Vera -UDC, che già ieri aveva annunciato che avrebbe reso pubblici i nomi di tutte le persone interessate dalla denuncia.

Oltre al Procuratore Generale Vincenzo Barbaro fanno parte dell’elenco anche i magistrati Liliana Todaro e Antonio Carchietti, e il gip Monia De Francesco. Coinvolto anche Corrado Taormina CTU nell’ambito di uno dei procedimenti penali che coinvolgono De Luca e l’avvocato Giovanni Cicala del foro di Messina e principale teste dell’accusa.

I legali di De Luca, Carlo Taormina e Tommaso Micalizzi chiedono all’Autorità Giudiziaria di accertare i “reati di calunnia, falso ed omissioni in atti giudiziari, tentata estorsione, falsa testimonianza, abuso di potere, occultamento di prove, violazione del segreto professionale ed altri reati eventualmente ravvisati in relazione alla complessiva esposizione dei fatti”.

I legali del deputato di Sicilia Vera si riferiscono a “oltre dieci anni di aggressione giudiziaria della Fenapi“, durante i quali Cateno De Luca è finito più volte nel mirino della magistratura uscendo sempre da tutti i processi come non colpevole.

(1689)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *