Alitalia non lascia Reggio, Accorinti e Cacciola:”Un successo per l’area dello Stretto”

aereo alitaliaPer qualcuno è una vittoria di Pirro, ma per l’amministrazione si tratta di un successo “per l’intera area dello Stretto”. Alitalia non lascia l’aeroporto di Reggio Calabria, ecco l’esito dell’incontro che si è tenuto ieri a Roma all’interno del Ministero dei Trasporti tra il Governo, i vertici di Alitalia e le amministrazioni di Messina e Reggio Calabria: presenti anche l’amministrazione provinciale reggina e il Governo della Regione Calabria.

A partire dal prossimo 30 marzo, la compagnia di bandiera garantirà un volo giornaliero da e per Roma e Milano per tutto il mese di aprile. Una drastica riduzione dei voli settimanali  che passano da 56 a 14, ma che almeno consente a tutti di temporeggiare allontanando momentaneamente il rischio della chiusura del “Tito Minniti”. Pericolo sventato, almeno per ora, dopo che i vertici di Alitalia avevano annunicato la fine dei voli da Reggio a partire dal prossimo 27 marzo.

Per il sindaco, Renato Accorinti, e l’assessore alla Mobilità, Gaetano Cacciola, si tratta di un successo:”La ripresa dei voli Alitalia dallo scalo di Reggio Calabria dal 30 Marzo è finalmente arrivata a seguito di una difficile trattativa intercorsa in questi giorni tra Alitalia e tutte le componenti degli enti locali interessati, Regione Calabria, Comune di Reggio, Comune di Messina e con il coinvolgimento del Prefetto di Reggio e del Ministero Infrastrutture. E’ stata una vittoria delle città dello stretto, legate da un comune interesse e sempre più vicine grazie all’avvio di programmi condivisi di mobilità che hanno nell’aeroporto dello stretto il reale punto di collegamento con il resto della nazione e del mondo”.

(209)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *