Le scuole di Messina protestano contro il Piano di dimensionamento

Scuola

Diverse scuole scenderanno in piazza domani, giovedì 19 gennaio, per protestare contro il dimensionamento degli istituti previsto dal Piano di dimensionamento della rete scolastica di Messina per l’anno 2018/2019. La manifestazione avrà luogo a piazza Duomo e inizierà alle 09.30.

A dare il via alla protesta sono tre scuole, l’Istituto Comprensivo Paradisoil Pascoli-Crispi e il liceo scientifico Seguenza, tutte e tre oggetto del ridimensionamento previsto. In particolare, il piano prevede il distacco del plesso Juvara dal Pascoli-Crispi, che verrebbe così accorpato alla Battisti-Foscolo; mentre il Seguenza rischia di perdere l’indirizzo linguistico, che andrebbe a confluire nel liceo classico Maurolico.

Le motivazioni della protesta sono le stesse elencate nei giorni scorsi dalla Dirigente Scolastica, Lilia Leonardi, e dal comitato studentesco del Seguenza. Queste politiche metterebbero a rischio la continuità scolastica degli alunni, costretti a cambiare quasi completamente il corpo docente, e comporterebbero una perdita di posti di lavoro a causa del sovrannumero di personale.

«Vogliamo porre all’attenzione dell’opinione pubblica – spiega il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Paradiso, Tindaro Sparacio – i problemi che queste scelte comporterebbero sia per gli studenti che per il personale. Scelte che, tra l’altro, non garantiscono stabilità per il futuro».

 

(431)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *