Teatro Vittorio Emanuele. Raoul Bova e Chiara Francini incontrano gli studenti di Unime

raoul bova e chiara francini nello spettacolo “Due” in scena al teatro vittorio emanuele di Messina - foto di Fabio LoviniIl prossimo sabato 17 marzo Raoul Bova e Chiara Francini incontreranno gli studenti dell’Università di Messina alle ore 18.00 nella Sala Sinopoli del Teatro Vittorio Emanuele.

Questo momento di confronto con gli studenti è previsto in occasione della messa in scena, a Messina, dello spettacolo “Due”, di cui i due attori sono autori e interpreti.

Lo spettacolo, prodotto dalla Compagnia Enfi Teatro, fa parte del cartellone di prosa del Teatro e andrà in scena dal 16 al 18 marzo 2018. I due attori interpreteranno, in una stanza vuota, un uomo e una donna alle prese con un momento delicato della vita di ogni coppia, indubbiamente complesso indipendentemente dal genere o dalla scelta di sposarsi o meno: l’inizio della convivenza.

Obiettivo principale degli incontri con gli studenti, avviati a partire da questa stagione teatrale, è quello di creare un dialogo tra interpreti e autori, da un lato, e spettatori dall’altro. Rompere, in un certo senso, il confine tra palco e platea, consentendo uno scambio che arricchisca l’esperienza complessiva.

raoul bova e chiara francini nello spettacolo “Due” in scena al teatro vittorio emanuele di Messina All’incontro, oltre al presidente dell’Ente Teatro Luciano Fiorino e alla Direttrice artistica della sezione Prosa Simona Celi, prenderà parte il professor Fabio Rossi, Ordinario di linguistica italiana presso il Dipartimento di civiltà antiche e moderne (Dicam) dell’Università di Messina.

L’iniziativa è indirizzata in particolare agli studenti universitari e rientra nell’ambito della convenzione stipulata tra l’Università e l’Ente Teatro.

Questa convenzione offre, tra l’altro, a studenti e dipendenti dell’Ateneo peloritano, la possibilità di acquistare i biglietti di ingresso al “Vittorio Emanuele” a prezzo scontato.

(La foto in alto è di Fabio Lovino)

(607)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *