Messinambiente. In cinque agli arresti domiciliari. I nomi

Foto della sede della società partecipata MessinambientePolizia e Carabinieri hanno dato esecuzione ad una misura cautelare, emessa dal Gip Giovanni De Marco, che ha disposto gli arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico nei confronti di 5 persone, tra dirigenti di Messinambiente ed imprenditori.

Il provvedimento scaturisce da una complessa e articolata indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Messina, avviata nel 2013 dalla quale è emersa la sistematica violazione della normativa prevista dal codice degli appalti per quel che concerne l’acquisizione di servizi e forniture da parte di enti e società pubbliche.

Ecco i nomi degli arrestati:

  • Armando Di Maria, 60enne, già Amministratore Unico e poi liquidatore della società Messinambiente S.p.a.;
  • Antonino Inferrera, 45enne, funzionario amministrativo-contabile della società Messinambiente S.p.a.;
  • A.B.,  broker assicurativo di Barcellona Pozzo di Gotto;
  • Marcello De Vincenzo, 55enne, titolare della società Mediterranea A. S.r.l.;
  • Francesco Gentiluomo, 45enne, titolare della società Gentiluomo S.r.l..

(1497)