Risanamento e riqualificazione. Nasce il “Contratto di fiume”

melaUna sinergia tra Comuni per attivare azioni strategiche integrate per il risanamento delle acque e, più in generale, per la riqualificazione e lo sviluppo socio economico del territorio ricadente nei bacini idrografici dei torrenti Mela e Corriolo. Ad ufficializzare tutto questo, la sottoscrizione di un protocollo tra le Amministrazioni di Milazzo, San Filippo e Santa Lucia del Mela che sancisce l’adesione al “Contratto di Fiume”, uno strumento di programmazione negoziata, rivolto alla riqualificazione del bacino fluviale basato sulla co-pianificazione, ovvero su di un percorso che vede un concreto coinvolgimento e una sostanziale condivisione da parte di tutti i soggetti (enti pubblici, imprese, associazioni, cittadini)  che operano nel bacino stesso “finalizzato alla concretizzazione di scenari di sviluppo durevole caratterizzati da criteri di utilità pubblica, rendimento economico, valore sociale e sostenibilità ambientale”.

Con la sottoscrizione del protocollo potranno quindi essere avviate azioni concrete per garantire un’efficace sicurezza dei territori, alla luce anche della forte criticità ambientale dovuta agli insediamenti industriali e ai problemi di difesa idraulica ed idrogeologica e di qualità delle acque.

 “Si apre una collaborazione importante con le altre municipalità – spiega l’assessore ai lavori pubblici, Santi Romagnolo, referente per Milazzo – per sviluppare nuove opportunità per il territorio e le imprese. I comuni aderenti al Contratto di Fiume si impegnano infatti a porre come istanza fondamentale del processo di sviluppo sostenibile dei bacini idrografici la necessità di trovare delle soluzioni operative che integrino azioni, fra loro diverse e promosse da soggetti differenti, in un’ottica di riqualificazione insediativa complessiva del bacino del fiume con la finalità del risanamento delle acque. Agire in modo unitario – continua l’assessore – per avviare una serie di azioni strategiche integrate per il risanamento delle acque e la sicurezza del territorio dalle esondazioni che verranno gestite a livello intercomunale, in sinergia con le azioni promosse dalla Provincia di Messina e dall’Assessorato Territorio ed Ambiente”.

I tre Comuni adesso avvieranno un processo di confronto e collaborazione teso alla sottoscrizione, entro il mese di Giugno del “Contratto di Fiume Mela – Corriolo”.

Il contratto rappresenterà l’impegno fra le parti a sviluppare, a stretto giro, una strategia per il risanamento di medio termine con la definizione delle azioni cui verranno chiamati i soggetti interessati, tramite l’adesione a programmi operativi d’intervento. 

(136)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *