Riapertura isola pedonale a Piazza Cairoli. De Luca passa la patata bollente al Consiglio Comunale

«Noi non abbiamo nulla in contrario». Con queste parole il sindaco di Messina, Cateno De Luca, si è espresso sulla proposta di riaprire l’isola pedonale di Piazza Cairoli. La proposta arriva da Messina InCentro che ieri, attraverso le mani del presidente Lino Santoro, ha consegnato il documento al sindaco De Luca ed alla sua Giunta, insieme ad un centinaio di firme di commercianti di piazza Cairoli, viale San Martino, via Tommaso Cannizzaro e via dei Mille.

Cosa prevede la proposta?

Messina InCentro chiede di riaprire al transito veicolare l’isola pedonale di Piazza Cairoli dal lunedì al venerdì mattina. L’area tornerebbe pedonale, invece, dal pomeriggio di venerdì e per tutto il weekend. La proposta è spinta da un motivo ben chiaro: secondo Messina Incentro l’isola pedonale di piazza Cairoli sarebbe la causa del calo degli acquisti riportato dai commercianti della zona.

Il coro dei NO

Dopo le parole del sindaco, che si è dimostrato favorevole alla riapertura dell’isola pedonale a Piazza Cairoli, il coro dei NO ha iniziato a far sentire la sua voce.

sindaco renato accorinti«Siamo di fronte a una serie di “sapienti” mosse sconclusionate e concatenate, inequivocabilmente convergenti verso un unico obiettivo: rendere Messina la prima città al mondo per congestione veicolare e trasporto insostenibile – afferma MessinAccomuna. La visione strategica di Cateno Laqualunque sulla città, a un anno dalle elezioni, appare chiara ed evidente: Cchiù traficu pi tutti». Il Laboratorio di partecipazione civica, inoltre, afferma che le firme raccolte a sostegno della proposta non siano sufficienti: «Le 110 firme sono ben al di sotto del minimo previsto dallo Statuto per iniziative di proposizione popolare e sono infinitamente meno dei cittadini che ripetutamente e spontaneamente hanno manifestato la voglia di costruire una città a misura d’uomo, dove la pedonalizzazione delle aree sia componente essenziale di un disegno di mobilità sostenibile. Le aree pedonali non servono solo a farci “stare meglio”, ma creano spazi di relazione, rafforzano il senso civico e l’appartenenza alla comunità cittadina».

serena giannetto e andrea argento, consiglieri comunali del movimento 5 stelle (m5s) di messina«Ci opporremo in Aula, facendo valere le ragioni di tutti i cittadini». Questo il commento dei consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle che annunciano il loro voto contrario sulla riapertura dell’isola pedonale a Piazza Cairoli. «Ci opporremo a una proposta che riteniamo demagogica e senza alcuna utilità, né dal punto di vista della mobilità né per quanto concerne il commercio: imputare il calo degli affari alla pedonalizzazione di un’area è una tesi del tutto in controtendenza con il resto d’Europa».

«Siamo convinti – concludono i pentastellati – che valorizzando gli spazi pedonali con i dovuti accorgimenti, i primi a ricredersi saranno gli stessi esercenti. Di certo la soluzione non può essere la riapertura al traffico di una piazza».

De Luca passa la patata bollente al Consiglio Comunale

Dopo un pomeriggio di continui attacchi, il sindaco De Luca torna a far sentire la sua voce e quella della sua Giunta con una precisazione che sa di dietrofront. «Con riferimento alla proposta di riapertura di piazza Cairoli l’Amministrazione comunale precisa che il sindaco Cateno De Luca e la Giunta comunale hanno ricevuto una proposta formulata da un numeroso gruppo di cittadini. La Giunta, verificata previamente con l’ufficio viabilità la fattibilità tecnica della proposta, si è limitata a recepire una legittima istanza della cittadinanza sulla quale, lo si ribadisce, l’organo che dovrà pronunciarsi è sempre il Consiglio Comunale».

 

(218)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *