Bluferries da lunedì a Tremestieri ma con tre navi e senza licenziamenti diretti. Confermato sciopero Orsa

Bluferries scioperoLa Bluferries trasferirà le sue navi a Tremestieri lasciando il porto storico. La società lo ha confermato anche ai sindacati nel corso dell’incontro di oggi. Ma ci sono novità: la più importante è che la società di navigazione legata a Rete ferroviaria non manderà a casa i marittimi diretti, sono una trentina circa, perché ai moli della zona sud metterà in acqua anche la terza imbarcazione. Chi perderà il lavoro saranno i 12 circa dell’indotto della stazione Marittima. In due tavoli separati Bluferries ha incontrato le federazioni di Cgil, Cisl e Uil e nell’altro le sigle autonome tra cui l’Orsa. Quest’ultimo sindacato ha comunque confermato lo sciopero per martedì prossimo dalle 9 alle 17. Che a questo punto più che uno sciopero per mantenere il numero dei marittimi è una protesta “politica” visto che con Bluferries che dice addio al porto storico i pendolari che fanno spola tra la Sicilia e Villa San Giovanni avranno i servizi ancora più ridotti. Bluferries effettuerà 25 corse al giorno a Tremestieri, Caronte-Tourist 35 e Meridiano 12. Bluferries si concentrerà sul trasporto dei tir visto che “trasloca” a Tremestieri per l’ordinanza della capitaneria di porto che vieta ai mezzi pesanti di transitare nelle vie del centro ma di sbarcare e ripartire solo dai moli della zona sud. La terza nave di Bluferries, da lunedì, farà una sola corsa al giorno rispetto alle 24 totali delle altre due. L’Orsa, per o sciopero di martedì, comunica che saranno garantiti i servizi minimi che le strutture sindacali territoriali interessate concorderanno con la Società Bluferries. 

(41)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *