ACR Messina San Luca

Serie D. L’ACR Messina vince in rimonta a Paternò, 3-1 del FC contro il Biancavilla

Pubblicato il alle

7' min di lettura

Si è concluso il 27esimo turno del campionato di Serie D. Un ACR Messina orfano di Giofrè, Arcidiacono, Addessi, Lavrendi e capitan Aliperta è riuscito nell’impresa a Paternò, vincendo 2-1 in rimonta. Il Football Club Messina prevale per 3-1 al Franco Scoglio contro il Biancavilla. Ecco tutto quello che è successo oggi.

Vittoria in rimonta

serie d messina

Non è una trasferta facile per l’ACR in casa del Paternò. Il ritorno in panchina di Raffaele Novelli dopo la squalifica rimediata a Castrovillari è un ritorno complicato. La formazione è infatti ancora una volta diversa rispetto a quella che lo scorso mercoledì ha battuto il Dattilo. C’è spazio per il 20enne francese Yassine Saindou, alla prima da titolare in Serie D, mentre in mezzo al campo torna il capitano di giornata Alessio Cristiani.

È un primo tempo all’insegna del nervosismo quello che si tiene allo Stadio Falcone-Borsellino: sono 5 i nomi a finire sul taccuino del direttore di gara Emanuele Bracaccini. Il Paternò prova a impensierire il Messina e al 30′ Puglisi ha tra i piedi la palla del vantaggio, ma Caruso gli dice di no. Al 41′ c’è il primo guizzo degno di nota dell’ACR Messina con una punizione di Bollino smanacciata dall’estremo difensore avversario. Neanche il tempo di riprendere il gioco che il Paternò è già dall’altro lato del campo. De Marco crossa in area e pesca il numero 19 Distefano che di testa trafigge il Messina: 1-0 per i padroni di casa. Non c’è tempo per una reazione e si torna negli spogliatoi.

Nella ripresa il Messina opera alcuni aggiustamenti tattici, cambiando modulo: Novelli rimpiazza Saindou con Cretella e passa al 4-2-3-1. C’è equilibrio in campo, mentre il numero degli ammoniti sale a 9. All’improvviso, però, arriva il colpo di coda del Messina: grazie a un contropiede avviato da Mauro Bollino, Ciro Foggia si trova la palla tra i piedi e davanti alla porta non può sbagliare, siglando l’1-1. Sono 16 i centri in stagione per il capocannoniere del campionato.

C’è aria di rimonta e nel frattempo si fa male il portiere dei locali Cavalli, prontamente rimpiazzato da Maugeri. L’ACR prosegue con i suoi affondi e alla fine completa il suo lavoro: su un calcio d’angolo di Bollino il più alto a svettare di testa è il centrale di origini napoletane Paolo Lomasto, che insacca il pallone in rete e fa 2-1. La partita volge al termine con grande tranquillità e alla fine il tabellino sorride alla capolista, che piega gli etnei e si conferma prima potenza del campionato.

Il Football Club rimane in scia

Allo Stadio San Filippo lo scontro di alta classifica tra Football Club Messina e Biancavilla finisce 3-1 per i peloritani. Ancora oggi la squadra di mister Costantino si è dimostrata qualitativamente di un altro livello rispetto a un avversario che è comunque stato in grado di procurare alcuni grattacapi.

Il FC, come al solito, vince la sfida dei tiri in porta, ma continua a peccare in quanto a lucidità. Sorprende che una squadra capace di creare un gioco così divertente e calibrato debba accontentarsi di vincere con così tanti rigori. A sbloccare il match è stato proprio un penalty realizzato da Francesco Lodi, che all’11’ non sbaglia e segna il suo settimo gol in maglia giallorossa. Il vantaggio però dura pochissimo, perché al 15′ il Biancavilla sfrutta un corner dalla sinistra e Porcaro di testa batte Marone: 1-1 e palla al centro.

L’equilibrio si spezza nuovamente quando cinque minuti dopo Alessandro Arena, servito dall’argentino Coria, capitalizza una grande occasione e insacca il pallone sul palo dove Genovese non può arrivarci: 2-1 al Franco Scoglio. Il Biancavilla ci prova con Aprile e Lucarelli, ma il Football Club tiene, fino a quando l’arbitro Agostoni non fischia un fallo di mano in area di Piccioni. La decisione è irreversibile: calcio di rigore per il Biancavilla. Il penalty viene calciato da Khoris, che incredibilmente sbaglia spedendo il pallone sul palo. Finiscono così i primi 45 minuti.

Nel secondo tempo è solo FC Messina. Al 49′ Paolo Carbonaro lascia tutti stupefatti con una conclusione al “bacio“ che si stampa sull’incrocio dei pali. Poco dopo Piccioni segna, ma l’assistente segnala un fuorigioco e annulla tutto. Al 66′ è ancora traversa quando il neoentrato Palma mette troppa potenza nel suo tiro e non riesce a finalizzare il tandem con Piccioni. Nel finale Lodi ha l’opportunità di fare doppietta e così è. Al 95′ si lancia in contropiede il Football Club e l’ex Catania fa partire un tiro che termina in rete grazie al tocco fortuito della difesa avversaria: è 3-1. Un’altra prestazione superlativa per i giallorossi, che vogliono rimanere in scia anche in virtù del recupero col Roccella in programma domenica 25 aprile a Messina.

Messina in testa alla classifica della Serie Dserie d messina

Con la vittoria odierna sul Paternò l’ACR Messina evita di concedere terreno alle dirette concorrenti del girone I e mantiene il vantaggio di 6 punti sulla Gelbison, vittoriosa sulla Cittanovese, e momentaneamente a +1 sul FC. Il San Luca di Francesco Cozza si porta in quinta posizione e mira a infastidire l’Acireale, rimasto fermo per alcuni casi di positività al virus prima del match con il Rotonda.

Nella parte destra della classifica, vince solo il Castrovillari (3-1 contro Marina di Ragusa), mentre il Città di Sant’Agata agguanta un punto contro il Roccella e supera il Rende, sconfitto in extremis dal Dattilo.

La Lega Nazionale Dilettanti ha deciso di fermare i campionati per una settimana per consentire alle società con delle partite arretrate di disputare i recuperi. Le squadre torneranno regolarmente in campo domenica 2 maggio.

Tutti i dettagli delle partite di oggi

Paternò 1-2 ACR Messina

Marcatori: 42′ Distefano; 69′ Foggia, 75′ Lomasto

Paternò: Cavalli (74′ Maugeri); Mazzotti, Bontempo, Guarnera; De Marco, S. Puglisi (76′ Scapellato), Maiorano, Camacho (83′ La Piana), Santapaola; Distefano (76′ Pardo); Mascari (56′ Cenci). A disposizione: M. Puglisi, Barbaro, Camilleri, Zappalà. Allenatore: Catalano.

ACR Messina: Caruso; Cascione (57′ Mazzone), Lomasto, Sabatino, Izzo; Cristiani, Vacca, Saindou (46′ Cretella); Bollino, Cunzi (83′ Oggiano); Foggia (88′ Manfrellotti). A disposizione: Lai, Polichetti, Bellopede, Boskovic, Crisci. Allenatore: Novelli.

Arbitro: Bracaccini di Macerata. Assistenti: Concari e Amoroso.

Note: ammoniti Maiorano, Mazzotti, Distefano, Guarnera, Camacho, De Marco, Bontempo; Sabatino, Saindou, Cretella, Lomasto.

 


FC Messina 3-1 Biancavilla

Marcatori: 11′ Lodi (R), 21′ Arena, 95′ Lodi; 15′ Porcaro.

FC Messina: Marone; Cangemi (67′ Bianco), D. Marchetti, Fissore, Ricossa; Agnelli, Lodi; Arena (67′ Casella), Coria (62′ Palma), Carbonaro (90′ Da Silva); Piccioni (85′ Bevis). A disposizione: Monti, Giuffrida, A. Marchetti, Mukiele. Allenatore: Costantino.

Biancavilla: Genovese; Mollica (83′ Santapaola), Porcaro, Ferrante, Mazzeo; Leonardi, Ancione, Aprile (77′ Rabbeni), Maimone; Lucarelli, Khoris. A disposizione: Amata, Panza, Lo Iacono, Castiglia,Asero, Barcio, Leotta. Allenatore: Catania.

Arbitro: Agostoni di Milano. Assistenti: Schirinzi e Carbone.

Note: ammoniti Piccioni; Ferrante, Leonardi, Lucarelli.

(129)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.