Pallavolo- Savio Messina, vittoria importante in chiave salvezza

PallavoloIl Savio aggiunge due punti pesanti alla classifica e con il successo sulla Pallavolo Sicilia compie un passo significativo verso la salvezza. Nella cornice suggestiva del PalaJuvara gremito di persone e con un tifo quanto mai caloroso, le ragazze dell’allenatore Mimmo Costantino hanno battuto la compagine etnea al tie break, in quello che si presentava come un vero e proprio scontro diretto per la permanenza.

Una vittoria giunta al termine di un match non molto spettacolare, condito da tanti errori da ambedue i lati della rete ma accompagnato da una forte carica agonistica: del resto la tensione della posta in palio era ben visibile sui volti delle atlete. Costretto ad affrontare l’incontro con alcuni elementi alle prese con qualche fastidio fisico (Buonfiglio e Nielsen), il Savio ha messo in campo cuore e determinazione e, anche se a sprazzi, il suo miglior gioco; soprattutto ha saputo non disunirsi nei momenti difficili del match. Di fronte ha trovato un avversario ben organizzato nella fase difensiva dove difficilmente lasciava cadere palle facili a terra. In attacco il team di Agata Licciardello trovava punti preziosi dall’esperienza di elementi come Nociforo e Caschetto e nella seconda parte della partita dalla Bontorno.

Se si esclude il terzo in cui è stata più marcata la supremazia del Savio, tutti i rimanenti set sono stati molto tirati, un’altalena continua di emozioni e di strappi nel punteggio, ora di una e ora dell’altra squadra.

Il primo set si apre nel segno di un sostanziale equilibrio con la Pallavolo Sicilia che si mantiene avanti di un paio di punti sia al primo (6-8) che al secondo time out tecnico (14-16). Manca continuità in ricezione e anche in attacco si stenta a trovare le soluzioni migliori. Il margine sale a +3 dopo un attacco finito out della Saporito (14-17): Nielsen e dal centro la Mercieca iniziano a mettere a terra palloni pesanti dando il via a un 6 a 0 di parziale (20-17) che di fatto sposta l’inerzia del set dalla parte delle gialloblu salesiane. Il Savio prende fiducia e conserva il vantaggio inalterato fino alle fase finali del set; a chiudere i giochi ci pensa la Saporito con il punto del 25 a 23.

Il secondo si apre nel segno della compagine messinese (5 a 3) ma ben presto prende una piega favorevole alla Pallavolo Sicilia che costruisce un vantaggio di due-tre punti che mantiene sino a metà parziale (10-13). Costantino prova a cambiare le carte in tavola gettando nella mischia Irene Ferraro (al posto della Saporito) ma l’inerzia del gioco resta nelle mani delle etnee che allargano la forbice fino al massimo vantaggio (11-17). Il Savio ha un cuore che non smette mai di battere e  riesce a rosicchiare il gap arrivando a un passo dall’aggancio (17-18) ma nel finale un paio di errori in attacco e una maggiore freddezza della Pallavolo Sicilia fanno la differenza e portano sull’1 a 1 pari.

L’altalena di emozioni prosegue anche nel set successivo con una prima parte che vede le ospiti più reattive tanto da trovare subito l’allungo (9 a 13). Ingrosso e compagne sbagliano parecchio sia in difesa che nella fase d’attacco ma lo spirito di sacrificio è quello che emerge in questo frangente. Lentamente le gialloblu salesiane si riportano a tiro per poi operare lo strappo con un positivo turno in battuta della palleggiatrice pugliese (16-14). Saporito e Nielsen incidono parecchio in attacco, la Buonfiglio fa un lavoro oscuro ma prezioso in difesa e in attacco non si tira indietro: la forbice si va allargando (+5 del 20-15) fino al definitivo 25 a 17.

La frazione successiva si apre con il Savio che mette subito la freccia tanto da andare al primo tempo di sospensione tecnica in vantaggio di due punti. La Pallavolo Sicilia non demorde e con un break di quattro punti consecutivi riporta l’incontro su un binario di massimo equilibro. Nociforo e Bontorno sono particolarmente incisive e riportano avanti la squadra di un paio di punti. Un margine di sicurezza minimo che però si rivelerà decisivo per le sorti del set.

L’epilogo al tie break è palpitante con la stanchezza che comincia a farsi sentire in campo. Le gialloblu  provano a distanziare le avversarie (6 a 3) ma la reazione della Pallavolo Sicilia propiziata dalla ditta  Caschetto-Nociforo non si fa attendere e determina l’aggancio sul 7 pari. Nuovo allungo del Savio sulla spinta della Nielsen (al primato personale di punti, ben 28) per il 12-10 che vale una ipoteca sulla vittoria. Una schiacciata della Saporito mantiene le due lunghezze di vantaggio (13-11) e fa da preludio al sigillo finale della Mercieca che fa esplodere l’urlo di gioia in campo delle protagoniste e sugli spalti della Juvara. Salgono adesso a tre i punti di vantaggio sull’ultimo posto che condanna alla retrocessione occupato proprio dalla squadra di Agata Licciardello.

SAVIO MESSINA–PALLAVOLO SICILIA 3-2 

(Set: 25-23; 22-25; 25-17; 23-25;15-13)

SAVIO MESSINA: Aloise, Vasi 7, Ferraro 1, Morelli (K), Buonfiglio 12, Nielsen 28, Tilaro (L), Saporito 14, Ingrosso 1, Mercieca 17, Pino. All. Domenico Costantino 

PALLAVOLO SICILIA: Carmeci 2, Caschetto 15, Giunta, Marino (L2), Battiato (L1), Bonsignore, Cavallaro, Nociforo 17, Longo, Malerba 8, Utili 10, Torre 1, Bontorno 18. All. Agata Licciardello

ARBITRI: Antonio Gaetano e Domenico Ferrise di Lamezia Terme

(27)

Categorie

Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *