Pallavolo- Savio Messina, brutta sconfitta interna con il Vittoria

Pubblicato il alle

4' min di lettura

PallavoloIl Savio subisce una sconfitta interna senza attenuanti contro il Kamarina e spreca una ghiotta opportunità di chiudere virtualmente il discorso salvezza. Al PalaJuvara la formazione iblea di coach Azzara ha disputato una buona partita, mettendo in mostra una solida organizzazione difensiva, un buon tasso tecnico e massima attenzione in campo. Ma soprattutto la voglia di onorare il campionato fino all’ultima partita, nonostante la certezza aritmetica del mantenimento della categoria sia stata raggiunta già da qualche settimana.

Il Savio, viceversa, ha sfoderato la peggiore prestazione della stagione nel momento meno opportuno. Le gialloblu non sono mai entrate in partita, hanno sbagliato e tanto in tutti i fondamentali. La fase difensiva è stata balbettante, quella offensiva troppo fallosa e costretta a lavorare il doppio per riuscire a mettere palla a terra. Le palleggiatrici hanno dovuto macinare chilometri per rigiocare la palla e non sempre con la giusta precisione. Ma soprattutto è mancata quella reazione caratteriale che in altre occasioni era uscita fuori proprio nei momenti di maggiore difficoltà.

Costrette a rincorrere nel punteggio nel corso dei tre set, con scarti anche ampi, le gialloblu messinesi non hanno mai dato la sensazione di potere cambiare l’inerzia del match. Quando con dei piccoli break il Savio riusciva a limare qualcosa arrivavano con puntualità due o tre errori in serie a ricacciarlo indietro.

Il set d’apertura si apre subito in salita con il Kamarina che si porta avanti al primo time out tecnico (2-8), per poi gestire il margine fino al termine con una buona distribuzione di gioco.

Nel secondo sembra di poter assistere a un incontro più combattuto almeno in avvio con le ragazze dell’allenatore Domenico Costantino che mettono la freccia (4-1). Pura illusione perché il Kamarina senza dovere forzare il ritmo ribalta la situazione (4-7) e poi allunga il passo in maniera progressiva fino al 19 a 25 che vale lo 0 a 2 nel conto dei set. Inutili si rivelano i cambi operati dal tecnico Mimmo Costantino (dentro Morelli, Ferraro) che le prova tutte per dare una scossa alla squadra ma senza ricevere risposte.

Terzo parziale sulla stessa falsariga dei precedenti con le padrone di casa che si trovano fin dalle prime battute a dovere rimontare vantaggi consistenti. Una prestazione deludente, senza spiegazioni plausibili che non può passare inosservata agli occhi della società.

“Il risultato è il frutto di una settimana travagliata a livello di spogliatoio – è il commento del direttore generale Paolo Bitto – e l’irresponsabilità di qualche atleta non ha contribuito a rendere il clima sereno per affrontare il momento più  importante della stagione agonistica. Ritengo di rappresentare una delle poche società partecipanti ai campionati nazionali, che ad oggi ha onorato puntualmente tutti gli impegni assunti con le atlete, anche con compensi ben al di sopra della media. Evidentemente sono stati compiuti degli errori nella scelta di alcuni elementi in relazione alle qualità morali e professionali. Il nostro obiettivo, al di la dell’amarezza dei comportamenti dei singoli, è quello di continuare un percorso sportivo ricco di correttezza, onestà e passione con la speranza di incontrare atlete con la stessa nostra idea di fare sport e professioniste non solo alla fine del mese”.

SAVIO MESSINA- KAMARINA VITTORIA 0-3

(Set: 19-25;18-25;19-25)

SAVIO MESSINA: Vasi 1, Aloise, Ferraro, Morelli (K), Buonfiglio 11, Nielsen 10, Saporito 11, Ingrosso 4, Tilaro (L), Mercieca 5. All. Costantino

KAMARINA VITTORIA: Polito 9, Saracino 8, Cianflone 8, Koritarova 1, La Rocca 2, Giallongo 12, Cassarino (L), Laguzza. Di Emanuele 12. All. Azzara 

Arbitri: Loredana Caspanello di Siracusa e Daniele Amenta di Siracusa

(44)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.