Motociclismo- Tony Cairoli grande protagonista nella gara di Soverato

Pubblicato il alle

2' min di lettura

MotociclismoGrande giornata di sport a Soverato in occasione dei Campionati Internazionali d’Italia Supermarecross giunti al quinto atto stagionale. Un pubblico delle grandi occasioni ha assistito alla vittoria dirompente, nella MX1, del sei volte Campione del Mondo Tony Cairoli. Vittorie di giornata per Tropepe (125), Oteri (Minicross) e Bertuccelli (MX2). Onore anche ai vincitori finali che con una prova d’anticipo si sono aggiudicati il titolo Supermarecross 2012, vale a dire Felice Compagnone (MX1) e Alessandro Lentini (Minicross). La tappa di Soverato ha consacrato una volta di più il grande campione Tony Cairoli che ha dominato la MX1. Dopo aver vinto le due manche della categoria si è preso il lusso di surclassare quasi tutti gli avversari arrivando nella gara del Supercampione anche a doppiare i piloti sino al terzo posto, guadagnandosi lo scettro di “Re del Mare”.  Si sono presentati in 85 i piloti ai nastri di partenza della gara a significare che anche dopo una lunga pausa i Campionati Internazionali d’Italia Supermarecross godono di un ottimo riscontro in termini di attenzione. Il tracciato tecnico e spettacolare si sviluppava per una lunghezza di 1050 metri. Per quanto concerne le altre categorie in gara nella classe 125 vincitore assoluto è risultato il giovane pilota calabrese Giuseppe Tropepe che ha letteralmente dominato dal secondo giro della manche conclusiva superando Joakin Furbetta (KTM-Scuderia Milani).  La MX2 è stata a senso unico, pur sempre molto bella e con spunti di alta classe da parte dei protagonisti, con la doppia vittoria di Giovanni Bertuccelli (Honda-Pardi Racing) che così ha scalzato l’amico rivale Antonio Mancuso (Honda-Pardi Racing) dal primato in classifica quando manca una sola prova al termine. Se per Bertuccelli le due imperiose partenze hanno giocato un ruolo preponderante per giungere poi al successo finale, così non è stato per Mancuso che nella prima gara non ha colto un’ottima partenza; poi nella seconda tornata di gara due è caduto perdendo ogni velleità di avvicinarsi all’avversario. 

(34)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.